May 25, 2019 Last Updated 4:46 PM, May 24, 2019

Truffa al ministero. Giulia Grillo: “Userò ogni mezzo per far sì che chi ha sbagliato paghi. Piena fiducia nella magistratura”

In merito all’inchiesta della magistratura sulla truffa che coinvolge il ministero della Salute, tengo a precisare che io e il mio ministero siamo parte lesa.

Userò qualsiasi mezzo a mia disposizione per far sì che chi ha sbagliato paghi. Chi deruba la pubblica amministrazione deruba i cittadini e questo non può essere più tollerato. La legalità viene prima di tutto. Tolleranza zero per chi si approfitta del proprio ruolo per togliere risorse preziose alla collettività.

Per questo voglio sottolineare che il funzionario indagato, Vincenzo Zumbo, è stato licenziato.

Fin dall’inizio ho dato mandato ai miei uffici di seguire la vicenda e di utilizzare tutti gli strumenti previsti dall’ordinamento per tutelare l’immagine e il patrimonio del ministero.

Gli uffici stanno collaborando attivamente con i magistrati per fare completa luce su questa storia vergognosa.

Piena fiducia nella magistratura che ha fatto emergere una situazione ai limiti dell’incredibile che perdurava da anni.

 

Giulia Grillo, ministro della Salute

Fonte: Ufficio Stampa del Ministero della Salute

 

 

 

Patto della salute: insediati al Ministero gli undici gruppi di lavoro

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, tenendo fede agli impegni assunti con le Regioni ha convocato stamattina al Ministero gli undici gruppi di lavoro incaricati di scrivere il Patto della salute 2019/2021.

Tutto ciò in coerenza con la forte volontà del ministro di dare concretezza e rapidità ai lavori per il nuovo testo che definirà le politiche per la salute del prossimo triennio.

Gli undici gruppi di lavoro concordati sono i seguenti:

 

  • Lea e Piani Rientro
  • Risorse Umane
  • Mobilità
  • Enti Vigilati
  • Governance farmaceutica e dei dispositivi medici
  • Investimenti
  • Reti strutturali di assistenza territoriale sociosanitaria
  • Fondi Integrativi
  • Modelli Previsionali
  • Ricerca
  • Efficienza e appropriatezza utilizzo fattori produttivi

 

Fonte: Ufficio Stampa Ministero della Salute

 

Istituto Superiore di Sanità. Giulia Grillo: “Avanti con la nuova governance: Silvio Brusaferro prossimo presidente e Andrea Piccioli nuovo direttore generale”

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha inviato alla presidenza del Consiglio la proposta di nomina del presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e contestualmente inviato agli organi di controllo il decreto di nomina per l’incarico di direttore generale dell’Iss.

“Sono veramente felice di poter trasmettere al presidente Conte la mia proposta di nomina per la presidenza dell’Iss. Ho scelto di dare continuità al lavoro avviato a gennaio dal professore Silvio Brusaferro, in qualità di commissario dell’Istituto. La sua lunga esperienza nella sanità pubblica di questo Paese e l’altissimo valore della sua competenza scientifica saranno garanzia di efficacia, efficienza e assoluta indipendenza per il governo del nostro più importante organo scientifico” dichiara il ministro Grillo.

“Il nuovo direttore generale dell’Istituto sarà Andrea Piccioli, medico specialista in ortopedia e traumatologia, già capo degli ispettori del ministero della Salute” specifica Grillo.

“A Brusaferro e a Piccioli il mio più affettuoso e sincero augurio perché possano inaugurare una nuova stagione di protagonismo dell’Istituto Superiore di Sanità, vanto e fiore all’occhiello per il nostro Paese. A entrambi vanno l’onere e l’onore di guidare questa fondamentale risorsa del Paese in una direzione di successo nazionale e internazionale. La nuova governance comincia oggi nel segno del merito, della competenza e dell’autorevolezza scientifica, e io sono fiera di poter dire ai cittadini che abbiamo scelto il meglio” conclude il ministro.  

Silvio Brusaferro, nato a Udine nel 1960, è stato nominato il 2 gennaio scorso commissario per l’esercizio delle funzioni di presidente dell’Iss, a seguito delle dimissioni di Walter Ricciardi.

Professore Ordinario di Igiene e Medicina Preventiva e Direttore del Dipartimento Area Medica dell’Università degli Studi di Udine, Brusaferro è stato direttore SOC accreditamento, gestione del rischio clinico e valutazione delle performance dell’Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine. Da commissario ha assicurato l’operatività dell’Istituto Superiore di Sanità. 

Andrea Piccioli, 58 anni, romano, a capo degli ispettori ministeriali e uomo di punta della Programmazione Sanitaria, ha diretto l’ufficio competente per la clinical governance, la qualità, il rischio clinico, e la programmazione ospedaliera. Ha condotto oltre 40 ispezioni e task force per affrontare casi complessi come quello della bimba morta di malaria a Brescia, le ispezioni a Locri e all’ASP di Reggio Calabria, fino alla ultima spinosa vicenda dei fenomeni corruttivi concorsuali di Perugia. Ha condotto i lavori per la definizione del Piano Nazionale di Governo delle Liste di Attesa (PNGLA 2019-2021) varato nel febbraio scorso, così come il dossier sulle Linee di indirizzo sul Sovraffollamento, OBI e Triage in Pronto Soccorso e sull’allestimento e sulla composizione degli equipaggi dei Mezzi di Soccorso Avanzati. Dal 2016 nel comitato scientifico dell’Iss.

 

Fonte: Ufficio Stampa Ministero della Salute

Iscriviti alla Newsletter