Nov 19, 2017 Last Updated 12:07 PM, Nov 17, 2017

Pure chi non ha cervello dorme

Visite: 31 times

Ricercatori e scienziati ci stanno lavorando da molto tempo: per dormire non serve il cervello. Alcune specie animali, come le meduse Cassiopea animali codificati già da Linneo come sprovvisti di sistema centrale nervoso, sono stati osservati da studi approfonditi dai ricercatori del California Institute of Technology mentre si addormentavano. Il sonno è un comportamento molto più antico e primitivo di quanto ne sappiamo e va ad annoverarsi fra quelle abitudini ed usanze poco conosciute che appartengono ai misteri della preistoria. Come per esempio nessuno sa esattamente quali suoni emettevano i dinosauri e come comunicavano fra loro nonostante gli sforzi di immaginazione del regista di Jurassic Park…

La caratteristica di “dormiente” comunque è definita da un periodo di ridotta attività in cui l’organismo è poco reattivo a stimoli esterni, quando esso si manifesta con ripetitività e a intervalli regolari, quando lo stesso organismo ne sente la mancanza. Ossia se, privato del sonno, riceve una forte spinta ad addormentarsi. Tali caratteristiche si presentano con regolarità proprio in questa specie di meduse. Infatti durante la notte esse pulsano lentamente con una frequenza di 39 battiti al minuto invece di 56 che è la media giornaliera. Se durante questa fase vengono improvvisamente disturbate ci mettono molto tempo a “risvegliarsi” e orientarsi. Parimenti, se costrette da stimoli e impulsi di continuo, alla fine dopo molte ore si mostrano rallentate e sonnolente, bisognose di rallentare le proprie attività.

Il cervello, dunque, con il sonno non c’entra, se pure chi non lo ha dorme.

Tale scoperta, dicono gli scienziati californiani, è importante, apre alla ricerca di nuove ipotesi sul riposo sia animale che vegetale. Infatti altri ricercatori si sono messi a investigare se anche le piante – pure sprovviste di sistema nervoso centrale e di cervello – possono sonnecchiare.

Adesso ci si domanda: ma allora il sonno ed il cervello non hanno connessioni dirette? L’uomo potrà vivere senza dormire un giorno? E viceversa, un robot con impulsi nervosi sofisticati, avrà bisogno invece di un pisolino ogni tanto? Ho provato a chiederlo al mio computer, a cui manca solo la parola… Mi si è offeso.
Luca Guazzati
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.