Apr 05, 2020 Last Updated 4:36 PM, Mar 31, 2020

Quotidiano della Salute

30-03-2020 Hits:83

REGIONE LAZIO - In 6.317 escono dalla quarantena

CORONAVIRUS: D'AMATO, ‘OGGI 208 I CASI, I DECESSI SONO 14, RECORD DI GUARITI 59 NELLE ULTIME 24H, IN 6.317 ESCONO DA QUARANTENA, PER PRIMA VOLTA TREND SCENDE SOTTO A 8%, L’ATTENZIONE DEVE ESSERE RIVOLTA ALLE CA...

Leggi tutto

30-03-2020 Hits:86

Coronavirus e altre patologie infettive, dall'Italia corso di formazione per milioni di medici cinesi

Coronavirus e altre patologie infettive, dall'Italia corso di formazione per milioni di medici cinesi

Percorso formativo sviluppato da Intermeeting in collaborazione con l’Università di Padova e disponibile online sul sito del Ministero della Sanità Cinese Padova, 30 marzo 2020 – Intermeeting, eccellenza ital...

Leggi tutto

27-03-2020 Hits:104

Medici di famiglia disperati: “Cosa andiamo a fare dai pazienti? Per vederli morire e infettarci anche noi?”

Medici di famiglia disperati: “Cosa andiamo a fare dai pazienti? Per vederli morire e infettarci anche noi?”

ROMA - 26 MARZO 2020 - Ma cosa viene a fare il medico di famiglia a casa nostra se non può effettuare tamponi e somministrare antivirali? Scollegati dall’ospedale e senza piani terapeutici come si fa a lavora...

Leggi tutto

27-03-2020 Hits:61

Allarme soldi: l’euro preoccupa

Allarme soldi: l’euro preoccupa

Superlavoro per la Fiduciaria Marche che garantisce ogni tipologia di intervento economico e finanziario anche sui mercati esteri La situazione economica drammatica ed i peggioramenti futuri previsti dagli e...

Leggi tutto

26-03-2020 Hits:67

REGIONE CAMPANIA - "SUD: A UN PASSO DALLA TRAGEDIA IL GOVERNO AGISCA SUBITO"

Si trasmette in allegato la lettera inviata questa mattina dal Presidente Vincenzo De Luca al Presidente del Consiglio, al Ministro della Salute, al Ministro degli Affari Regionali e al Ministro per il Sud.Ecco...

Leggi tutto

26-03-2020 Hits:42

Clinica Villa Jolanda – Neomesia: nuovo numero di “The Passenger”

Clinica Villa Jolanda – Neomesia: nuovo numero di “The Passenger”

Quando gli ospiti diventano scrittori e giornalistiGli ospiti della Clinica Villa Jolanda di Maiolati Spontini tornano ad essere scrittori e giornalisti e, in questi giorni, è pronto il nuovo numero del giornal...

Leggi tutto

25-03-2020 Hits:48

Ancad e Unidi insieme a fianco del Dentale per un comune impegno alla ripresa del settore

Ancad e Unidi insieme a fianco del Dentale per un comune impegno alla ripresa del settore

25 marzo 2020 – ANCAD, Associazione Nazionale Commercio Articoli Dentali, e UNIDI, Unione Nazionale Industrie Dentarie Italiane, fanno appello allo spirito di responsabilità di tutti affinché presto, ...

Leggi tutto

24-03-2020 Hits:54

REGIONE LAZIO - Consegnate 31.450 mascherine

ROMA - 24 MARZO 2020 - “Si sta facendo uno sforzo senza precedenti per consentire agli operatori di lavorare in sicurezza. Oggi sono state consegnate 31.450 mascherine FFP2 e domani sono in consegna ulteriori 3...

Leggi tutto

24-03-2020 Hits:51

REGIONE LAZIO - Attivate misure a favore della liquidità di imprese per 450 milioni di euro

“Oggi è un giorno molto importante abbiamo varato un primo pacchetto di misure, che abbiamo chiamato ‘Pronto Cassa’ per sostenere il fabbisogno di liquidità dei liberi professionisti e delle micro, piccole e me...

Leggi tutto

24-03-2020 Hits:41

REGINE LAZIO - Leodori, "Pronto-cassa" a burocrazia-zero

“Il Piano Pronto-Cassa varato dalla giunta Zingaretti è solo il primo scudo finanziario che la Regione mette in atto per il sistema d’imprese e il mondo delle partite Iva del Lazio per contrastare gli effetti d...

Leggi tutto

24-03-2020 Hits:24

REGIONE LAZIO - Giunta vara piana "Pronto Cassa", no burocrazia

ROMA- 24 MARZO 2020 - Dalla Regione Lazio una prima risposta alle difficoltà economiche generate dall’emergenza Coronavirus. La Giunta Zingaretti ha approvato il provvedimento con cui vengono messe in campo del...

Leggi tutto

24-03-2020 Hits:19

REGIONE LAZIO - Firmato protocollo. 8 milioni di euro per vaccino contro Covid19

ROMA - 24 marzo 2020 - E’ stato firmato oggi il protocollo d’intesa tra il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, il ministro della Salute, Roberto Speranza, il ministro dell’Università e della Rice...

Leggi tutto

24-03-2020 Hits:34

REGIONE LAZIO - Unità di crisi per Casa di Riposo Giovanni XXIII

ROMA - 24 marzo 2020 - Ad oggi positivi 13 anziani e 5 operatori. Stanotte decesso di un'anziana e un anziano ricoverato. “E’ stata predisposta l’Unità di Crisi per la Casa di riposo Giovanni XXIII in via Galef...

Leggi tutto

24-03-2020 Hits:32

REGIONE LAZIO - Cassa in Deroga, Di Berardino “Domani incontro con parti sociali per condivisione accordo quadro"

ROMA 23 marzo 2020 - “Abbiamo convocato per domani pomeriggio una nuova riunione del tavolo con tutte le parti sociali per la definizione delle linee guida sull’uso delle risorse per la cassa integrazione in de...

Leggi tutto

23-03-2020 Hits:43

Covid 19. Non lasciamo soli nelle case i nostri anziani

Covid 19. Non lasciamo soli nelle case i nostri anziani

Il Municipio IX di Roma chiede all’Associazione Alberto Sordi di organizzare subito un progetto di assistenza  domiciliare L’Associazione Alberto Sordi Onlus ha ricevuto incarico dal Municipio IX di Roma di ...

Leggi tutto

19-03-2020 Hits:93

REGIONE LAZIO - OGGI 99 CASI E 6 I DECESSI

CORONAVIRUS: D'AMATO, ‘OGGI 99 CASI E 6 I DECESSI, DATI ANCORA COSTANTI MA CI ASPETTIAMO AUMENTO NEI PROSSIMI GIORNI’TERMINATA VIDEOCONFERENZA TASK-FORCE, GIA’ OLTRE 5 MILA PAZIENTI E 600 MEDICI HANNO SCARICATO...

Leggi tutto

19-03-2020 Hits:89

Emergenza Covid-19: i posti letto Anni Azzurri, Santo Stefano Riabilitazione e Villa dei Pini a sostegno della sanità pubblica

Emergenza Covid-19: i posti letto Anni Azzurri, Santo Stefano Riabilitazione  e Villa dei Pini a sostegno della sanità pubblica

Come da richiesta del Servizio Sanitario Regionale per affrontare l’emergenza che si è venuta a creare a seguito dell’epidemia Covid-19, Residenze Anni Azzurri, Santo Stefano Riabilitazione e Villa dei Pini m...

Leggi tutto

18-03-2020 Hits:57

REGIONE LAZIO. Nuova ordinanza che integra le disposizioni relative agli orari delle attività commerciali

REGIONE LAZIO. Nuova ordinanza che integra le disposizioni relative agli orari delle attività commerciali

Esentati da limiti di orario edicole, benzinai e distributori automatici. Possibilità per i sindaci dei piccoli Comuni in cui ci sono pochi esercizi commerciali di anticipare gli orari di apertura18/03/2020 -...

Leggi tutto

REGIONE LAZIO - In 6.317 escono dalla quarantena

CORONAVIRUS: D'AMATO, ‘OGGI 208 I CASI, I DECESSI SONO 14, RECORD DI GUARITI 59 NELLE ULTIME 24H, IN 6.317 ESCONO DA QUARANTENA, PER PRIMA VOLTA TREND SCENDE SOTTO A 8%, L’ATTENZIONE DEVE ESSERE RIVOLTA ALLE CASE DI RIPOSO’

STANNO FUNZIONANDO LE ULTERIORI MISURE ADOTTATE SIA NEL COMUNE DI FONDI, SIA NEL COMUNE DI NEROLA DOVE OGGI SI E’ AVVIATO UN’ULTERIORE APPROFONDIMENTO EPIDEMIOLOGICO CHE ABBIAMO RICHIESTO ALL’ISTITUTO SPALLANZANI

INIZIATA DISTRIBUZIONE DA PARTE DELLE ASL DEI KIT DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE AI MEDICI DI MEDICINA GENERALE E AI PEDIATRI DI LIBERA SCELTA

Si è appena conclusa alla presenza dell'assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio Alessio D’Amato l’odierna videoconferenza della task-force regionale per il COVID-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere e Policlinici universitari e ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

“Oggi registriamo un dato di 208 casi di positività (con 52 casi rilevati a Rieti e riferiti alle case di riposo) e un trend in decrescita per la prima volta al di sotto del 8%. Si conferma l’incidenza dei cluster delle case di riposo con particolare evidenza per la situazione di Rieti e in frenata il trend su Roma città. E’ record nel numero dei guariti che sale di 59 unità nelle ultime 24h arrivando a 267 totali. Sono usciti dalla sorveglianza domiciliare in 6.317 e i decessi nelle ultime 24h sono stati 14. Stanno funzionando le ulteriori misure adottate sia nel comune di Fondi, sia nel comune di Nerola dove oggi si è avviato un’ulteriore approfondimento epidemiologico che abbiamo richiesto all’Istituto Spallanzani in collaborazione con l’equipe itinerante dell’Ordine die Medici di Roma. Nella Regione Lazio dei casi COVID finora confermati il 39% è ricoverato in una strutta sanitaria, il 42% è in isolamento domiciliare e il 5% è in terapia intensiva. I guariti sono  l'8%. L'età mediana dei casi positivi è 58 anni. Il 54% è di sesso maschile e il 46% di sesso femminile. Dall’Istituto Spallanzani infine una buona notizia il poliziotto di Pomezia, uno dei primi casi nella nostra regione, ha iniziato la riabilitazione ed è in costante miglioramento. La riorganizzazione della rete ospedaliera e delle terapie intensive sta tenendo bene. E ad oggi non registriamo elementi di sofferenza. Così come va estesa la sorveglianza domiciliare e nelle strutture ricettive. Le prime due messe a disposizione su Roma sono al completo. E’ iniziata infine la distribuzione dei kit dei dispositivi di protezione individuale ai medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta da parte delle Asl. ” commenta l’Assessore D’Amato.

La nuova app della Regione ‘LazioDrCovid’ in collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta, ha già registrato oltre 75 mila utenti che hanno scaricato l’applicazione e 2.000 medici di famiglia e 270 pediatri di libera scelta collegati. Per quanto riguarda infine i DPI – dispositivi di protezione individuale oggi sono in distribuzione presso le strutture sanitarie: 200.000 mascherine chirurgiche, 31.200 maschere FFP2, 660 maschere FFP3, 3.000 calzari, 80.500 guanti.

La situazione nelle Asl e A.O:                        

Asl Roma 1 – 24 nuovi casi positivi. 818 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Al padiglione D dell’Ospedale San Filippo Neri ulteriori 10 posti letto di terapia intensiva dal 1 aprile. Continua la riabilitazione per i primi 2 pazienti cinesi ricoverati al San Filippo Neri;

Asl Roma 2 – 21 nuovi casi positivi. 813 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Pertini disponibili ulteriori 32 posti letto, di cui 10 di terapia intensiva operativi dal 1 aprile. L’Ospedale Vannini è pronto e operativo per entrare nella rete COVID. Continuano i controlli nelle strutture delle comunità religiose e nelle case di riposo del territorio;

Asl Roma 3 – 13 nuovi casi positivi. 7 i pazienti che sono guariti. 927 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Grassi si stanno attivando ulteriori 25 posti letto dedicati, di cui 8 di terapia intensiva COVID, operativo dal 2 aprile;

Asl Roma 4 – 22 nuovi casi positivi. 2 decessi: donne di 83 anni e di 80 anni con pregresse patologie. 1.144 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. 3 i pazienti che sono guariti;

Asl Roma 5 – 10 nuovi casi positivi. 1.296 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. L’Ospedale di Palestrina in raccordo con l’Istituto Spallanzani che ha verificato i percorsi entrerà in piena sicurezza nella rete dedicata a COVID con 40 posti letto dedicati. A Nerola oggi parte un percorso di monitoraggio sulla popolazione in collaborazione con l’Istituto Spallanzani;

Asl Roma 6 – 31 nuovi casi positivi. 2 decessi: donna 91 anni e uomo di 74 anni con patologie pregresse. 1 paziente è guarito. 38 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All'Ospedale dei Castelli saranno attivati ulteriori 7 posti di terapia intensiva COVID martedì 31 marzo. A Genzano parte il laboratorio per il test COVID che entra nella rete dei laboratori del sistema regionale entro il 3 aprile. Continuano i controlli nelle case di riposo del territorio;

Asl di Latina – 8 nuovi casi positivi. 3 pazienti sono guariti. All’Ospedale Goretti di Latina da domani saranno attivati 9 posti di rianimazione COVID;

Asl di Frosinone – 13 nuovi casi positivi. 2 decessi: uomo 70 anni e donna 70 anni, entrambi pazienti oncologici. 149 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. All’Ospedale Spaziani di Frosinone sono stati attivati oggi ulteriori 20 posti letto di degenza ordinaria COVID;

Asl di Viterbo - 14 nuovi casi positivi. 2 decessi: uomo di 67 anni e donna di 89 anni con pregresse patologie. 1.100 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Attivo da questa mattina il laboratorio per il test COVID a Viterbo. Stanno continuando le verifiche nelle case di riposo del territorio;

Asl di Rieti – 52 nuovi casi positivi, la maggior parte riferibile al cluster delle case di riposo. 32 le persone sono uscite dall’isolamento domiciliare. 1 paziente è guarito. Attivati ulteriori 18 posti letto e 2 posti di terapia intensiva COVID all’Ospedale De Lellis. Continuano i controlli su tutte le RSA e le case di cura dell’intera provincia;

Policlinico Umberto I – 2 decessi: 2 uomini di 78 anni e di 80 anni con patologie pregresse. Completati i lavori al COVID HOSPITAL 5 Eastman, nuovamente operativi i 26 posti di malattie infettive. Accordo con il Bambino Gesù per la presa in carico in sicurezza per l’oncologia pediatrica a partire da domani;

Azienda Ospedaliera San Giovanni - Da oggi sono operativi 20 posti letto di pneumologia e ulteriori 20 posti di sub intensiva da domani. Dal 7 aprile sarà attivato il laboratorio h24 per il test COVID;

Azienda Ospedaliera Sant’Andrea - Operativi 25 posti letto dedicati a COVID e entro domani saranno attivati ulteriori 9 posti letto COVID. Attivabili 4 posti di terapia intensiva entro il 1 aprile. Attivo servizio psicologico per cittadini e operatori h24;

Policlinico Gemelli - 3 pazienti dimessi. Operativi ulteriori 43 posti letto di malattie infettive. Da oggi disponibili ulteriori 38 posti di terapia intensiva al COVID HOSPITAL 2 Columbus;

Policlinico Tor Vergata - 4 decessi: uomo di 78 anni, uomo di 64 anni, donna di 92 e donna di 69 anni, tutti con patologie pregresse. Operativo il COVID HOSPITAL 4 Tor Vergata. Attualmente attivi 123 posti di degenza ordinaria e 20 di terapia intensiva;

Azienda Ospedaliera San Camillo - Entro domani saranno operativi 30 posti letto dedicati a COVID. Dal 1 aprile sarà attivato il laboratorio per il test COVID h24;

Istituto Zooprofilattico - Operativo il laboratorio per il test COVID a disposizione per la rete regionale;

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - Tutti i 5 bambini positivi ricoverati sono in buone condizioni. Servizio di consulenza telefonica esteso ai pediatri di libera scelta, 7 giorni su 7, ore 9-19. Tel. 0668592088;  

Università Campus Bio-Medico – Sarà attivato il COVID Center con 9 posti letto di terapia intensiva dal 1 aprile e 31 posti letto ordinari di cui 7 sub intensivi entro il 20 aprile.  

30 marzo 2020

Coronavirus e altre patologie infettive, dall'Italia corso di formazione per milioni di medici cinesi

Percorso formativo sviluppato da Intermeeting in collaborazione con l’Università di Padova e disponibile online sul sito del Ministero della Sanità Cinese
Padova, 30 marzo 2020 – Intermeeting, eccellenza italiana che da 20 anni opera nell’ambito della progettazione ed erogazione di servizi per la formazione e l’aggiornamento scientifico dei professionisti della sanità ed unico operatore italiano del settore accreditato in Cina, ha sviluppato un programma scientifico di approfondimento online dedicato alle patologie infettive emergenti e ‘di ritorno’ per i medici cinesi, disponibile sui canali online istituzionali del Ministero della Sanità Cinese.
L’emergenza sanitaria in corso su scala globale impone alla comunità scientifica di mettere a fattor comune tutte le conoscenze che possano concorrere alla gestione del contagio da Covid19, all’individuazione di soluzioni rapide e incisive e al contenimento di una eventuale diffusione ‘da ritorno’ del virus, nelle aree del mondo che hanno già superato il picco. Proprio a beneficio degli operatori della sanità cinese – che per primi hanno sperimentato la ferocia del nuovo Coronavirus – Intermeeting ha messo a punto grazie agli accademici dell’Università di Padova, il percorso di e-learning che sarà articolato come segue:
·       Definizione e patogenesi delle malattie infettive emergenti e ‘di ritorno’;
·       La catena epidemiologica delle malattie infettive;
·       Implicazioni cliniche e socio-economiche;
·       Prevenzione e controllo: il ruolo del sistema sanitario nazionale.
Grazie al know how tecnologico e consulenziale di Intermeeting, capace di studiare format tecnologici e formativi di ultima generazione, l’alto valore di questi contenuti scientifici sarà presto disponibile, in forma di video-lezioni, sui canali online istituzionali del Ministero della Sanità Cinese.
“In questo momento drammatico, siamo grati e orgogliosi di poter dare un contributo concreto alla gestione sanitaria dell’emergenza in corso: mentre è sempre più pressante l’esigenza di far circolare le idee e i contributi dei medici impegnati in prima nella battaglia contro il Covid19, la formazione a distanza diventa una risorsa cruciale. L’esperienza sul campo dei medici italiani e il profilo di riconosciuta autorevolezza delle nostre Università rappresentano, oggi più che mai, un tesoro che tutto il mondo ci chiede di condividere. Persino nei paesi che per primi hanno affrontato il contagio e che oggi temono un’ondata di ritorno” – commenta Gabriele Croppo, Country Sales Manager di Intermeeting – “Il percorso di e-learning realizzato per i medici cinesi ci consente di rispondere in maniera veloce ed efficace a questo bisogno di condivisione e conoscenza, valorizzando le competenze della comunità scientifica italiana. Ci auguriamo che questo progetto possa consentire a tutti di compiere piccoli ma preziosi passi avanti, verso il ritorno alla normalità”.
Questa iniziativa consolida la collaborazione tra le autorità cinesi e Intermeeting, che – grazie all’autorevolezza del proprio comitato scientifico e alla capacità di coniugare tecnologia e rigore accademico – è apprezzata da clinici e professionisti sanitari di ogni disciplina, in tutto il mondo. Con sedi a Padova e Bari, Intermeeting ha formato, in e-learning dall’Italia, oltre 65 mila medici tra Sud America, Africa, Asia ed Emirati Arabi.
 
Per maggiori informazioni
Community Group
Giulia Vaccaro 342 0865017
Titti Ioia 339 3587153
Tommasina Cazzato 345 7357751
 

Medici di famiglia disperati: “Cosa andiamo a fare dai pazienti? Per vederli morire e infettarci anche noi?”

ROMA - 26 MARZO 2020 - Ma cosa viene a fare il medico di famiglia a casa nostra se non può effettuare tamponi e somministrare antivirali? Scollegati dall’ospedale e senza piani terapeutici come si fa a lavorare anche con i mutuati, nel proprio studio medico?

Riceviamo dal segretario generale nazionale Silvestro Scotti della FIMMG (Federazione Medici di Famiglia) un triste quanto disperato appello. Occorrerebbe che ogni medico di famiglia, andando in giro fra i propri pazienti infettati, abbia almeno due cose in dotazione: la protezione personale, ossia il kit di mascherina, guanti e disinfettante; una 'cassetta degli attrezzi' per i medici di medicina generale che permetta di agire tempestivamente sui pazienti, già in fase di isolamento domiciliare, e non solo per il monitoraggio delle loro condizioni. Ma ad oggi (dopo oltre un mese dalla chiusura di tutto e di tutti i territori), non c’è nulla di ciò a disposizione dei medici di famiglia.

Mentre in ospedale, anche se in via sperimentale, si sta consolidando l'uso di farmaci off label, per i pazienti positivi in isolamento domiciliare non è prevista al momento alcuna indicazioni su come trattarli farmacologicamente. "Io vado a casa del paziente, ma non posso fare terapia né tamponi", dice il segretario dei medici di famiglia, Scotti. E gli fa eco il presidente del Sis 11,8 Balzanelli: "Intervenire con il ricovero e l’inizio delle cure quando il paziente è già caduto in una condizione di grave insufficienza respiratoria acuta è assolutamente inappropriato"

Ieri In Italia erano oltre 69.000 i casi totali di Covid-19 e più di 6.800 i morti. Di questi decessi, il 61,2% si concentra nella sola regione Lombardia, la regione più colpita dall'epidemia, con quasi 31mila persone contagiate (di cui 54mila ancora positive), 9.700 pazienti affetti ricoverati in ospedale, dei quali 1.194 in terapia intensiva, che da soli costituiscono il 43% del totale dei ricoveri Covid-19 in Italia.

Ad oggi, molto è stato messo in campo da Governo e Regioni per contenere il diffondersi dei contagi: dal lockdown per imprese e famiglie, agli incrementi di posti letto per le terapie intensive ed i reparti di pneumologia ed infettivologia, dall'acquisto di ventilatori e dispositivi di protezione individuale, fino all'aumento del numero di tamponi effettuati e all'istituzione di Unità speciali di continuità assistenziale. Sono state poi avviate sperimentazioni di farmaci off label negli ospedali per il trattamento del Covid-19.

Luca Guazzati