Nov 19, 2017 Last Updated 12:07 PM, Nov 17, 2017

COSMOSENIOR 2017 - Inaugurata la prima edizione

RIMINI – E’ toccato al Direttore generale del Ministero della Salute Marcella Marletta aprire istituzionalmente la prima edizione di Cosmosenior, congresso nazionale di Senior Italia Federanziani che alla sua quinta edizione prende questo nuovo format, aperto e collaborativo. La Marletta ha sottolineato l’esigenza di dare risposte ai fabbisogni di una popolazione anziana in crescita, al di là del contenimento della spesa sanitaria e con la necessità di promuovere la salute per tutti. Il presidente di Federanziani Roberto Messina ha di seguito delineato il futuro di questa organizzazione nell’ambito delle tematiche sanitarie: a Rimini, nella cornice formativa e informativa di Cosmosenior, presenti oltre 1500 specialisti medici, ci saranno 40 tipologie di screening per misurare la salute del pubblico e di chi vorrrà sottoporsi a test da cui dipende la conoscenza di sé e del proprio equilibrio corpo-mente. Moltissimi gli appuntamenti fino a domenica, inseriti a Cosmosenior.

Al via l’evento dedicato agli over 65 di SENIOR ITALIA FEDERANZIANI

COSMOSENIOR

dal 17 al 19 novembre

al PALACONGRESSI DI RIMINI

Incontri, workshop, seminari e screening gratuiti

Il programma completo su www.cosmosenior.com

Guarda il trailer dell’evento

Prende il via domani venerdì 17 novembre al Palacongressi di Rimini, per proseguire per tutto il fine settimana, CosmoSenior, il grande evento organizzato da Senior Italia FederAnziani dedicato al mondo over 65. Salone espositivo e momento di aggregazione culturale, la manifestazione ritorna quest’anno, dopo il successo delle prime quattro edizioni, rinnovata e ingrandita.

Gli 11.000 mq dedicati all’esposizione ospiteranno migliaia di cittadini senior provenienti da tutta Italia, le loro famiglie, medici specialisti e di medicina generale e oltre 50 aziende che operano nel mondo della prevenzione, degli stili di vita, dell’alimentazione, del fitness, del benessere, del turismo, dei sistemi di sicurezza di vita e molto altro ancora.

Saranno tre giorni di seminari, workshop e tavole rotonde alla presenza di rappresentati delle istituzioni, esperti scientifici e importanti personalità. Si spazierà dal workshopDiamo diritti ai pensionati alla tavola rotonda sul rapporto tra Senior e Pet: analisi e prospettive di un rapporto speciale, dalla presentazione della “Campagna di Awareness del paziente Senior: dati di Real Life fino all’incontro dal titolo Longevità di massa: scenari e opportunità del prossimo futuro, al quale parteciperanno tra gli altri lo psichiatra e scrittore Alessandro Meluzzi e il giornalista e presentatore televisivo Michele Mirabella.

A conclusione dei lavori è previsto un intervento del ministro della Salute Beatrice Lorenzin.

CosmoSenior offrirà inoltre l‘opportunità di sottoporsi a screening gratuiti per le principali patologie della terza età in ambito respiratorio, cardiovascolare, dermatologico, per il diabete, l‘osteoporosi, l‘udito, e la vista.

Negli spazi dedicati della grande Area Screening, una squadra di medici specializzati sarà operativa per eseguire gratuitamente l’esame spirometrico, utile nella diagnosi della BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva); l’esame oftalmologico di tomografia ottica (OCT), per valutare alcune delle strutture principali dell’occhio (cornea, macula e papilla ottica) che vengono danneggiate da malattie quali il glaucoma, la maculopatia senile o la retinopatia diabetica; la valutazione di alcuni indici precoci di osteoporosi tramite un dispositivo ad ultrasuoni. Negli spazi riservati saranno effettuati inoltre elettrocardiogramma, dermatoscopia, misurazione della glicemia e visita audiometrica.

Obiettivo dell‘iniziativa è consentire al cittadino di rilevare rapidamente e senza spese le eventuali alterazioni nei parametri di salute che possano richiedere un approfondimento da parte del proprio MMG o dello specialista di riferimento.

Un vero e proprio Villaggio della Salute che si amplia e cresce di anno in anno nelle tipologie di screening e nella presenza di importanti partner scientifici e aziende sostenitrici.

Anche quest’anno in concomitanza con CosmoSenior si svolgerà infine il VI Congresso della Corte di Giustizia Popolare per il Diritto alla Salute, che vede ormai abitualmente riunirsi medici provenienti da tutta Italia, esponenti delle principali società medico-scientifiche, del mondo dell’Università e della ricerca, magistrati, avvocati, economisti sanitari, istituzioni, giornalisti e comunicatori esperti di politiche sanitarie, aziende del settore farmaceutico e grandi brand del mercato italiano e internazionale.

CosmoSenior è frutto della collaborazione tra Senior Italia FederAnziani (3.700 Centri Sociali per Anziani su tutto il territorio nazionale ed oltre 3,8 milioni di persone aderenti) e IEG (Italian Exhibition Group, la società nata dall’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza) che a dicembre scorso hanno siglato una lettera d’intenti e collaborazione per una partnership strategica.

Secondo le stime più recenti dell’Istat, le persone con più di 65 anni sono 13,5 milioni ovvero oltre il 22% della popolazione totale. Tra i Paesi europei l’Italia ha la quota più alta di over 65. E sono molto attivi. Qualche esempio? 6 milioni di loro frequentano abitualmente cinema, teatri, musei; 3,1 milioni viaggiano all’estero.

"I senior di oggi hanno un’identità e stili di vita che sono molto diversi rispetto a quelli del passato – dichiara il presidente di Senior Italia FederAnziani, Roberto Messina – rappresentano un motore della società, un punto di riferimento e, spesso, un sostegno per le generazioni più giovani. Si tratta di un mondo sempre più rilevante sul piano demografico, dinamico e protagonista, oggi più di ieri, del tessuto familiare. Per questo siamo fieri di essere riusciti a realizzare un grande e sfaccettato contenitore che li veda finalmente al centro e che riesca a rispondere alla loro continua esigenza di essere socialmente attivi”.

Per maggiori informazioni: www.cosmosenior.com/

 

Senior Italia FederAnziani

Senior Italia è la federazione delle associazioni della terza età fondata nel 2006 con lo scopo di tutelare i diritti e migliorare la qualità della vita delle persone Senior. Senior Italia riunisce numerose associazioni per un totale di 3.700 Centri Sociali per Anziani (CSA) su tutto il territorio nazionale ed oltre 3,8 milioni di persone aderenti. La mission della federazione è valorizzare il ruolo dei Senior come risorsa insostituibile per la famiglia e la società, orientare le politiche sanitarie e sociali verso programmi che favoriscano una sana longevità e affermare il diritto alla salute quale diritto fondamentale dell’individuo.

http://www.senioritalia.it

 

Ufficio Comunicazione Senior Italia FederAnziani

Eleonora Selvi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Cellulare: 366.9847893

Press Office & Media Relation - Postonove Comunicazione

Gian Arnaldi Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Cellulare: 335.639057

Unidi rilancia Expodental Meeting, vetrina per l'innovazione

“Si chiama Expodental Meeting non a caso - ha detto a Milano la presidente Unidi, Gianna Pamich, alla presentazione della terza edizione della fiera di Rimini dedicata al settore dentale - Vuol essere un momento di incontro, formazione e informazione per tutti coloro che lavorano nel Dentale, dalle aziende ai fornitori, dagli operatori ai produttori, senza dimenticare, naturalmente, i professionisti. Un progetto nato nel 2016 che dopo lo straordinario successo dello scorso anno, con oltre 18mila visitatori, sta raddoppiando le aspettative. Ad oggi infatti si conta il 67% in più di adesione fra gli espositori con un incremento del 102% di mq venduti...Una scommessa vinta alla grande".
Nella sede Unidi di Milano questa edizione 2018 ha preso forma già dalla presentazione nei dettagli di un nutrito programma scientifico con grande spazio dedicato alle tecnologie ed alla ricerca, all'innovazione ed ai dispositivi medici. Moltissimi anche gli appuntamenti formativi con eventi di grande interesse ed attualità. Tanti i partner sulla linea di partenza, fra cui ci siamo anche noi della redazione di Senzaetà network come mediapartner: a Rimini sarà importante anche conoscere ed informare tutti sull’evoluzione dello studio dentistico, sia come professione medica che come accoglienza. A tale proposito, illuminante anche l’intervento della presidente SIDO, Società italiana di Ortodonzia, Paola Cozza.
Uno su tutti, il messaggio lanciato per unificare il settore dentale sotto un'unica sede: l'incessante formazione tesa a costruire il futuro delle generazioni di chi lavora per e nel Dentale, stante una crescita importante dell' Ortodonzia in Italia, con argomenti di grande interesse e attualità come "le applicazioni laser in odonstomatologia"; "marketing odontoiatrico e management dello studio"; oppure "odontoiatria nei soggetti fragili e nei pazienti con patologie sistemiche". Insomma a Milano la presentazione della nuova edizione di Expodental, a Rimini dal 17 al 19 maggio 2018, è stata zeppa di buone notizie e prospettive. Il migliore auspicio per una partecipazione attiva ed attenta.
 

Fiduciaria Marche e Rotary Ancona-Conero insieme, per un concerto unico a sostegno del Centro Papa Giovanni XXIII

ANCONA - Un appuntamento con la chitarra spagnola, uno spettacolo musicale di altissimo livello classico, una serata davvero unica con il nobile intento di aiutare la Casa Sollievo del Centro di assistenza Papa Giovanni XXIII.

Il Rotary Club Ancona Conero, con il patrocinio del Comune e il sostegno fra gli altri della Fiduciaria Marche come sponsor, organizzano per il 9 novembre alle ore 19 al Ridotto del teatro delle Muse, il concerto conferenza "Venancio Garcia Velasco e la chitarra spagnola del 900". L’ingresso è libero.

Un'occasione per ascoltare buona musica grazie alle performance virtuose di Massimo Agostinelli, Andrea Zampini, Giacomo Parimbelli, e la cantante Claudia Carletti. Un repertorio per intenditori che non mancherà di incantare il pubblico di Ancona.

 

Il Centro Papa Giovanni XXIII grazie all’opera di don Giancarlo che tutti conoscono nel capoluogo dal 1997, è impegnato a difendere e garantire il rispetto, la dignità, il diritto alla felicità e all’autonomia di ogni persona disabile ad Ancona e in tutto il territorio marchigiano.

Il mal di schiena ha i minuti contati con Spine Solution: a Villa Sandra l’ultima frontiera della RIMSK

Studenti, pensionati, sportivi e sedentari: cosa potrebbero avere in comune persone così diverse? Con molta probabilità, tutti hanno sofferto di mal di schiena almeno una volta nella vita. A volte si tratta di un disturbo occasionale risolvibile in poco tempo, ma per ben 3 italiani su 4 il mal di schiena cronico causato da una patologia, è all’ordine del giorno.

Per scoprirne la causa basta sottoporsi, su indicazione del proprio medico di riferimento, a esami diagnostici specifici (risonanza magnetica o TAC), che possono rilevare la presenza di artrosi, protrusioni discali fino alla fuoriuscita del nucleo polposo del disco stesso, le cosiddette ernie. Il 20% dei casi necessiterebbe di intervento chirurgico ma solo il 5% presenta criteri che lo rendono idoneo, così per contrastare il dolore si inzia un iter terapeutico che prevede come primo step l’assunzione di farmaci, seguito da cicli di sedute fisioterapiche fino a passare a interventi più impegnativi che possono arrivare fino alla chirurgia.

Da qualche anno si è però diffusa nel nostro paese anche la Radiologia Interventistica Muscolo-Scheletrica (RIMSK), una moderna branca della medicina che interviene sulle patologie mediante trattamenti infiltrativi, quindi non chirurgici, eseguiti sotto guida TAC o ecografica. Si tratta di procedure non invasive, effettuate in ambulatorio, che non richiedono dunque alcun tipo di ricovero. Va da sé che, a parità di efficacia, trattamenti di questo tipo stiano assumendo un ruolo sempre più importante rispetto alle opzioni terapeutiche chirurgiche classiche, proprio grazie alla riduzione dell’invasività e, di conseguenza, dei rischi legati all’anestesia, all’abbattimento dei tempi di recupero e dei costi di degenza.

Ne sanno qualcosa nella clinica romana Villa Sandra, dove da circa due anni è attivo il più avanzato centro per il trattamento non chirurgico della colonna vertebrale, diretto dal dr. Armando Conchiglia. Spine Solution – questo è il nome dell’insieme di procedure interventistiche praticate dal dr. Conchiglia e dalla sua équipe – è in grado di intervenire su tutte le principali problematiche che coinvolgono la colonna vertebrale, dalle protrusioni alle ernie di qualunque tipo e in qualunque sede, dalle sciatalgie ai dolori cervicali, senza trascurare i disturbi legati all’artrosi, all’osteoporosi e ad altri tipi di patologie articolari. Nucleolisi, discectomia laser, infiltrazioni e neuromodulazione a radiofrequenza sono alcune delle tecniche utilizzate per restituire mobilità alla colonna e garantire un rapido sollievo dal dolore. Si tratta di terapie non dolorose, eseguite sotto la guida del più innovativo modello TAC, in grado di ridurre al minimo i tempi di esposizione alle radiazioni del paziente.

Già oltre 10.000 pazienti si sono rivolti a Spine Solution, un gruppo di cui colpisce l’eterogeneità: 2500 sono gli under 40, 1500 invece hanno più di 80 anni, ben 3500 coloro che praticano sport, di cui almeno un centinaio ad altissimo livello. Ma ancor più sorprendente è la percentuale di casi risolti, superiore al 90%.

Numeri che parlano da soli, a dimostrazione del fatto che i progressi della medicina non si valutano solo in termini di cura delle grandi malattie, ma anche nella capacità di garantire a tutti, o quasi, una vita migliore… senza il mal di schiena.

 

 

Stelle per l'Oncologia: gli chef stellati uniti per il potenziamento della genetica oncologica nelle Marche

La genetica oncologica rappresenta attualmente un settore in fase di espansione sul panorama nazionale, soprattutto in virtù delle risposte che i test che oggi abbiamo a disposizione possono fornire sia ai pazienti che alle persone che hanno avuto un trascorso familiare oncologico.

 Il Centro di riferimento Regionale di Alta Specializzazione in Genetica Oncologica, attivo presso la Clinica Oncologica degli Ospedali Riuniti di Ancona – Università Politecnica delle Marche, che opera in collaborazione con le strutture di Oncologia Medica presenti nel territorio regionale, con Specialisti e Medici di Medicina Generale, si pone l’obiettivo di offrire una consulenza genetica in campo oncologico ai soggetti (e relative famiglie) che sono, o ritengono di essere, ad aumentato rischio di tumore a causa di una predisposizione su base ereditaria. La consulenza identifica i soggetti portatori di mutazioni che favoriscono lo sviluppo di tumori e suggerisce la gestione di problematiche che ne derivano (possibilità di prevenzione e/o diagnosi precoce, come adattare alle proprie scelte personali le opzioni disponibili, come affrontare il peso psicologico di una situazione ad alto rischio, ecc.)

 I dati di attività del Centro di riferimento regionale di Genetica Oncologica sono in notevole incremento: nell’anno 2016 sono stati complessivamente eseguiti 650 test genetici e l’attività di counselling genetico ha raggiunto le 600 consulenze circa, con un incremento pari al 45% rispetto al 2015. Per il I semestre 2017 si calcolano complessivamente 1211 prestazioni con un trend di incremento rispetto al 2016 di un ulteriore 35%.

 Vista l’ingente richiesta da parte degli utenti, la dotazione presso la struttura di un’importante tecnologia denominata NGS (Next Generation Sequencing) consentirebbe di ottenere in poche ore un quadro completo delle anomalie genetiche in ambito oncologico delle persone e permetterebbe di implementare e rendere più veloci e completi i test genetici, che già vengono eseguiti ad Ancona gratuitamente per i pazienti e i cittadini marchigiani e di fuori regione che abbiano familiarità oncologica.

 Per tale ragione, tra le progettualità di ricerca ed umanizzazione in corso promosse dalla Clinica Oncologica dell’Università Politecnica delle Marche - Azienda Ospedaliero - Universitaria A.O.U. Ospedali Riuniti di Ancona e sostenute dalla Fondazione Ospedali Riuniti di Ancona onlus a beneficio della intera comunità regionale, si inserisce “Le stelle per l’oncologia”, un progetto itinerante ed articolato principalmente focalizzato sulla divulgazione di informazioni in merito all’importanza dello stile di vita sano e della corretta alimentazione per la prevenzione dei tumori, oltre che nello specifico ambito della gestione del paziente oncologico in cura. Il nome del progetto, che affronta temi estremamente attuali, fa riferimento alla stretta connessione e al coinvolgimento di chef stellati, in primis gli eccelsi Moreno Cedroni e Mauro Uliassi, che hanno già messo a disposizione il loro sapere know how in ambito culinario sia in occasione di eventi congressuali, che mediante la conduzione di cooking show. E al suo interno che è prevista una serata di beneficienza che si svolgerà il 9 novembre 2017 alle ore 20 presso l’Istituto Alberghiero Panzini di Senigallia e che prevede una cena interamente preparata dai 5 chef stellati dei ristoranti marchigiani: Uliassi, Cedroni, Nostrano, Andreina ed Emilio e la partecipazione del noto musicista Marco Santini e del flower designer di fama internazionale Ercole Moroni con la conduzione di Maurizio Socci e Daniela Gurini.

 L’iniziativa è patrocinata e sostenuta dal Rotary Club di Senigallia che, in continuità con il progetto RotariSani, nelle proprie attività, promuove interventi a favore del miglioramento della salute della popolazione del proprio territorio.

La serata è destinata alle “stelle dell’imprenditoria”, che sosterranno il progetto che ha l’ambiziosa finalità di raccolta fondi per all’acquisto del nuovo macchinario per l’esecuzione di test genetici in campo oncologico il cui costo ammonta a oltre 140.000,00 €.

Lo strumento sarà installato nella Centro ad alta specializzazione di riferimento regionale di Genetica Oncologica che afferisce alla Clinica Oncologica dell’Ospedale Regionale e la Direttrice della Clinica Prof.ssa Berardi Rossana, Oncologa, sostiene: “Ricevere un apparecchio così innovativo è un grande dono per tutti e ci permetterà di eseguire esami importantissimi per la prevenzione e cura dei tumori”.

 

 

 

 

G7 Salute: Melazzini all’evento “Strategies to Fight Pharmaceutical Crime”

Il Direttore Generale dell’AIFA Mario Melazzini è intervenuto oggi all’evento “Strategies to Fight Pharmaceutical Crime”, che si è tenuto a Milano nell’ambito del G7 Salute alla presenza del Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, del Comandante Generale dei Carabinieri Tullio Del Sette e del Comandante dei Carabinieri Nucleo Tutela della Salute Generale Adelmo Lusi. L’evento, a cui hanno partecipato esponenti della U.S. FDA Office of Criminal Investigation, del Central Office against environmental and public health crime francese, del Consiglio d’Europa, di Interpol, Europol, della Medicine and Healthcare Products Regulatory Agency, del Pharmaceutical Security Institute, di ZKA Zollkriminalamt e della Medicines and Medical Devices Agency of Serbia ha rappresentato l’occasione per un confronto multiforme e di ampio respiro su un tema di assoluta attualità.

“Il crimine farmaceutico – ha affermato Melazzini – mette a rischio la sicurezza dei pazienti, creando un problema di salute pubblica. Per questo l’AIFA, insieme al Ministero della Salute e ai Carabinieri NAS, dedica particolare attenzione al contrasto al crimine farmaceutico, concentrandosi nello specifico sulla produzione e la distribuzione di farmaci illegali o falsificati, sui furti e il riciclaggio di medicinali, sulla promozione e la vendita di medicinali attraverso siti internet non autorizzati. L’impegno dell’AIFA è testimoniato da una serie di iniziative come il sistema di tracciabilità del Farmaco o l’istituzione di una Taskforce dedicata”.

“Nel 2016 sono state sequestrate oltre 344.000 unità di medicinali – ha spiegato Melazzini - le segnalazioni di casi sospetti gestite dall’AIFA hanno riguardato ad esempio versioni falsificate di prodotti originali contenenti tossina botulinica commercializzati da soggetti senza autorizzazione, prodotti illegali per il trattamento delle disfunzioni maschili oppure farmaci presentati come integratori alimentari o altre tipologie di prodotto ma in realtà contenenti sostanze farmacologicamente attive. Nel settembre di quest’anno – ha continuato Melazzini – con l’Operazione PANGEA X sono state sequestrate oltre 90.000 unità di farmaci e dispositivi medici illegali o contraffatti”.

Il Direttore Melazzini ha poi citato due casi specifici che l’AIFA ha recentemente fronteggiato: il caso Herceptin, che ha permesso di identificare un traffico illegale di medicinali iniziato in Germania e diffusosi a livello europeo, e il blocco del sito internet 121doc.it che vendeva illegalmente medicinali ai consumatori in tutti gli Stati europei.

Melazzini ha infine sottolineato l’importanza della cooperazione internazionale e della condivisione delle informazioni tra le autorità dei diversi Stati al fine di rafforzare la tutela e la protezione della salute pubblica a livello globale.

Congresso ASRM: studio IVI-RMA Global sull'impatto dell'ossigeno nello sviluppo dell'embrione

IVI-RMA Global, il maggior gruppo di Riproduzione Assistita del mondo, ha presentato quaranta ricerche in questa nuova edizione del Congresso Scientifico organizzato dall’American Society for Reproductive Medicine (ASRM), che si è tenuto questa settimana a San Antonio, Texas (Stati Uniti). Tra gli studi più importanti presentati da IVI-RMA Global, alcuni smentiscono i miti dell’infertilità ed esplorano altri punti di vista pionieristici nei trattamenti della fertilità. L’obiettivo di tali studi è migliorare le attuali percentuali di successo della fecondazione in vitro (FIVET).
Uno degli studi presentati al Congresso dimostra come la diminuzione dei livelli di ossigeno durante l’incubazione nel laboratorio crei un ambiente simile a quello uterino, cosa che aiuta ad aumentare le percentuali di successo. Lo studio LO2 dimostra che livelli di ossigeno pari al 2% danno come risultato una blastocisti superiore, primo passo per la formazione completa dell’embrione, aumentando il numero di embrioni che raggiungeranno questa fase. Tale cambiamento è avvenuto nel corso del terzo giorno di gestazione, momento durante il quale la prassi maggiormente accettata utilizza livelli di ossigeno pari al 5% per riprodurre l’ovidotto.
"Il follow-up del percorso eseguito da un uovo fecondato dovrebbe essere più completo, e questo include un cambiamento dei livelli d’ossigeno in modo che coincida maggiormente con il sistema riproduttivo. Lo studio LO2 dimostra che è possibile sfidare le procedure stabilite e migliorare i risultati", commenta il CEO di IVI-RMA Global, il Prof. Richard T. Scott. "Questo nuovo passo in avanti, unito alle oltre 40 ricerche presentate, ci aiuterà a migliorare le nostre percentuali di successo”.
 
Gli altri studi presentati al Congresso ASRM dal gruppo IVI-RMA Global si basano su alcuni degli aspetti emergenti del campo della Medicina Riproduttiva, evidenziando aree come l'embriologia, lo screening genetico, la biopsia degli embrioni o la psicologia del paziente.
 
"La missione di IVI-RMA Global è aiutare i nostri pazienti a raggiungere la gravidanza e a dare luce a bambini sani. Il numero elevato di ricerche, così come  il livello delle stesse, che presentiamo quest’anno al Congresso ASRM è la migliore dimostrazione del nostro desiderio di aiutare tutti i pazienti a superare l’infertilità e di ottenere la gravidanza", aggiunge il Professor Antonio Pellicer, Presidente di IVI–RMA Global. "La continua crescita della nostra percentuale di successo è la migliore prova di IVI-RMA Global per dimostrare che la ricerca dell’infertilità funziona".
 
“E’ importante menzionare – conclude la Dottoressa Daniela Galliano, Responsabile del Centro IVI di Roma – che uno dei fattori che contribuiscono alle elevate percentuali di successo di IVI-RMA Global è il suo laboratorio FIVET di ultima generazione, così come l’utilizzo delle ultime tecnologie per scartare alterazioni cromosomiche negli embrioni (PGS), tecnica che aiuta nella scelta di quale siano gli embrioni  maggiormente idonei da trasferire ad una donna durante un trattamento di fecondazione in vitro.
 
IVI - RMANJ
IVI nasce nel 1990 come la prima istituzione medica in Spagna completamente specializzata nella riproduzione umana. Da allora ha aiutato a nascere più di 160.000 bambini, grazie all'utilizzo delle più avanzate tecnologie di riproduzione assistita. All’inizio del 2017, IVI si è fusa con RMANJ, diventando così il più grande gruppo di riproduzione assistita del mondo. Attualmente conta più di 70 cliniche in tutto il mondo ed è leader nel campo della medicina riproduttiva.

Violenza sulle donne: Marche Nord rilancia lo sportello di ascolto "Non stare zitta, parla con noi"

Anche quest’anno Marche Nord indossa “Scarpe rosse”, campagna di sensibilizzazione contro la violenza verso le donne, alla sua seconda edizione. “Lo scorso anno - spiega Maria Cleofe Contardi, responsabile della Psicologia Ospedaliera - in un solo mese ci hanno contattato oltre 30 donne del territorio per ricevere informazioni. Questo ci stimola e ci impegna a riproporre lo sportello di ascolto Non stare zitta, parla con noi, e ad aprire le porte dei nostri ambulatori in totale anonimato e riservatezza”.
Il progetto Scarpe Rosse è fortemente sostenuto dalla direzione generale e vede il coinvolgimento del personale sanitario dei 3 presidi impegnati sia nell’allestimento dei reparti, con i simboli della lotta alla Violenza e la locandina dello sportello, sia in momenti formativi. “Quest’anno l’obiettivo – conclude Contardi - è quello di raggiungere sempre più donne vittime di violenza, in particolare quelle in gravidanza”.
I dati diffusi dall’OMS sottolineano che  nel mondo 1 donna su 3 ha subìto nel corso della sua vita una forma di violenza, di queste 1 su 4 durante la gravidanza. Anche i dati Istat del 2015 confermano la media mondiale del 33% delle donne vittime e di queste l’11.8% in gravidanza. L’arrivo di un bambino non costituisce un fattore protettivo dalla violenza ma rimescola gli equilibri e può scatenare o inasprire la violenza.
Lo sportello di ascolto “Non stare zitta parla con noi” sarà attivo dal 2 novembre per tutto il mese: per parlare con le psicologhe di Marche Nord sarà sufficiente chiamare i numeri 0721.882263 e 0721.365265 dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 10.00.

Santo Stefano: nuovo servizio di riabilitazione psicologica

Un sostegno psicologico e motivazionale rivolto ai propri pazienti, ma anche ai familiari ed al personale stesso; è il nuovo servizio che in questi giorni è partito presso il Centro Ambulatoriale Santo Stefano di Ascoli Piceno di via dei Narcisi 5.

“Con la testa e con il cuore”, questo è il nome del progetto curato dal dr. Stefano Mori, intende fornire un supporto attraverso uno o più incontri con lo psicologo-psicoterapeuta, partendo dal concetto che la malattia, o comunque il periodo di difficoltà e di disagio che il paziente si trova ad affrontare, va vissuta e gestita bene in primis dal punto di vista emotivo e dunque mentale. Stessa logica nei confronti dei familiari che assistono il paziente (i cosiddetti “caregiver”) che si trovano ad avere particolare bisogno di supporto e sostegno dal punto di vista motivazionale e della corretta interpretazione di un periodo che va a destabilizzare la loro quotidianità e la loro vita.

Gli incontri partono da un approccio cognitivo-emotivo-comportamentale.

“Il progetto “Con la testa e con il cuore” rappresenta una proposta innovativa per il territorio - dice la direttrice del Centro ambulatoriale Silvia Cappelletti - con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita nei pazienti e nei familiari e incrementare l’efficacia nella gestione delle problematiche quotidiane legate alle più svariate patologie”.

Il Dr. Mori utilizzerà anche test e scale di valutazioni psicometriche specifiche per i vari disagi emotivi per misurare, quantificare e valutare gli effetti del percorso.

Questo “luogo di ascolto e di sostegno psicologico” è aperto il lunedì dalle 16,30 alle 19,30 e il sabato dalle ore 9 alle 13 presso il Centro ambulatoriale Santo Stefano di Ascoli Piceno di via dei Narcisi 5, previo appuntamento. Possibilità di essere accolti per colloqui individuali, di coppia oppure ove possibile strutturando piccoli gruppi tematici.

Per info: Centro Ambulatoriale S.Stefano di Ascoli Piceno 07366891