Jun 19, 2019 Last Updated 8:04 AM, Jun 19, 2019

Associati Fisiomed: la Salute è Donna

Visite: 121 times

 

Anche quest’anno l’8 marzo, Festa della Donna, è stato occasione di dibattito per media e istituzioni su varie tematiche legate all’universo femminile. La tutela della donna e, in particolare, della sua salute è stata al centro anche di un partecipato convegno tenutosi sabato 9 marzo presso l’hotel Cosmopolitan di Civitanova Marche (MC): una giornata di formazione dal titolo “La prevenzione al femminile: nuove tecnologie e nuovi approcci per un miglior risultato terapeutico” organizzata da Associati Fisiomed, gruppo medico maceratese che da oltre 20 anni si adopera per offrire una vasta gamma di servizi sanitari ai cittadini marchigiani e delle regioni limitrofe. Dei 178 specialisti messi in campo da Associati Fisiomed, una dozzina sono intervenuti in qualità di relatori al convegno, che si è aperto nel ricordo commosso di Silio Ciccioli, ex primario di radiologia recentemente scomparso.
Dopo i saluti dell’Assessore al welfare Barbara Capponi, ha preso la parola Enrico Falistocco, amministratore di Associati Fisiomed, vero e proprio “imprenditore della sanità”: “Questo evento si è tenuto all’indomani della giornata dedicata alla donna, ma attenzione, rispetto e cura nei confronti delle donne dovrebbero essere all’ordine del giorno tutto l’anno. Da questo punto di vista Associati Fisiomed fa la sua parte, mettendo a disposizione delle pazienti specialisti preparati e macchinari all’avanguardia. Sono loro i protagonisti di una giornata, quella di oggi, organizzata per trattare alcune delle patologie più frequenti nell’universo femminile, ma anche per presentarci a Civitanova Marche, dove abbiamo da poco acquisito la proprietà e la gestione del Laboratorio Analisi Ricerche Cliniche”. L’espansione di Associati Fisiomed sul territorio marchigiano sembra proprio non volersi fermare: sorto nel 1996 come centro fisioterapico a Sforzacosta di Macerata, negli ultimi due anni il gruppo ha inaugurato nel maceratese altre 4 strutture: il cento medico fisioterapico ex Somachandra a Corridonia, il centro medico Palazzo Europa di Tolentino, il punto prelievi di Porto Potenza Picena e, appunto, il Laboratorio Analisi di Civitanova Marche. “Più sedi, più servizi, più vicini a te” è lo slogan adottato da Associati Fisiomed: “È un progetto ambizioso il nostro – ha dichiarato Falistocco – Ogni anno accogliamo moltissimi pazienti da tutte le Marche e anche da fuori regione; per noi è un dovere andare loro incontro”.
“L’evento di oggi si occupa principalmente di due argomenti fondamentali quando si parla di salute al femminile– ha spiegato Gianfranco Bonfili, direttore sanitario di Associati Fisiomed e moderatore del congresso – Innanzitutto la senologia, con una particolare attenzione alla prevenzione del cancro al seno. Per quel che riguarda la diagnostica, la nostra struttura è dotata delle tecnologie più moderne ed affidabili: l’ecografia mammaria e la mammografia 3D con tomosintesi, un esame non invasivo grazie al quale si possono visualizzare immagini tridimensionali di tutte le sezioni della ghiandola mammaria, con la possibilità di individuare più facilmente neoformazioni molto piccole o nascoste. E poi si parla di osteoporosi, una patologia che interessa buona parte delle donne over 50”.
Per quel che riguarda il carcinoma al seno, si sono occupati di tecniche diagnostiche la dott.ssa Cesarina Giustozzi, il dott. Antonio Cipriani e il dott. Mauro Ferrentino, mentre la dott.ssa Roberta Cesaroni, motivational coach, ha trattato l’importanza dell’aspetto psicologico nella paziente oncologica: “In questo senso è fondamentale l’attitudine degli operatori della sanità. La donna che si trova a combattere contro un tumore ricerca nel suo medico le cosiddette“4 A”: Accoglienza, Ascolto attivo, Autenticità ed Alleanza”. Nel corso della mattinata sono stati trattati anche altri argomenti molto sentiti dalle signore, come stipsi (di cui si è occupato il proctologo Antonio Capomagi) e alopecia androgenetica, problematica certamente innocua ma potenzialmente devastante sul piano psicologico: “L’estetica sta assumendo un peso sempre più rilevante per uomini e donne di tutte le età – ha dichiarato il dott. Massimo Cioccolini, dermatologo esperto in tricologia – ma oggi esistono metodi molto efficaci per contrastare la caduta dei capelli anche nei casi più gravi”.
Nella seconda sessione del congresso, il dott. Marco Pozone, ex direttore della UOC di geriatria e lungodegenza dell’Aquila, ha parlato di prevenzione, diagnosi e cura dell’osteoporosi :“Si tratta di una problematica estremamente diffusa, eppure è ancora poco conosciuta – ha spiegato Pozone - proprio nella nuova struttura di Civitanova Marche dovrebbe nascere a breve un centro dedicato a questa patologia, dove saranno riuniti tutti i professionisti e le tecnologie ad essa connessi, in modo da ottenere una totale presa in carico delle pazienti, dalla prevenzione all’eventuale terapia”. Prevenzione: una parola chiave quando si parla di osteoporosi. Lo ha confermato la relazione della dott.ssa Valentina Bernacchini, biologa nutrizionista, secondo la quale “per contrastare la demineralizzazione ossea è importante assumere fin da giovani il giusto apporto di calcio, vitamina D, proteine e minerali secondari come magnesio, potassio e vitamina K”; lo ha ribadito anche il dott. Claudio Gavetti parlando della MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata): “Un tempo la diagnosi di osteoporosi avveniva nel momento in cui un’anziana donna subiva una frattura in seguito ad un banale trauma. A quel punto la situazione era già compromessa e con tutta probabilità la paziente trascorreva a letto gli ultimi anni della sua vita. Oggi questo pericolo può essere scongiurato grazie alla MOC, una tecnica diagnostica radiografica non invasiva che permette un’accurata misurazione della massa ossea, analisi essenziale nel monitoraggio e nella cura delle malattie metaboliche dell’osso, in particolare dell’osteoporosi”. Come sempre, prevenzione fa rima con informazione: “L’osteoporosi è una malattia subdola – ha affermato Fabrizio Scoccia, giornalista-medico che si occupa di osteoporosi da oltre 30 anni – progredisce in maniera pressoché asintomatica ma può portare ad esiti drammatici. Inoltre non colpisce solo le donne, ma anche il 15% degli uomini over 65: è importante che i cittadini la percepiscano come un pericolo reale, da cui ci si può sottrarre almeno in parte adottando un corretto stile di vita già in età fertile: sana alimentazione, movimento ed esposizione solare”.
Consigli preziosi, quelli che gli specialisti Fisiomed hanno riservato ai numerosi medici di base, nutrizionisti, infermieri e fisioterapisti presenti in sala…ed un piccolo omaggio solo per le signore: il tradizionale rametto di mimosa, naturalmente.


Iscriviti alla Newsletter