Jul 09, 2020 Last Updated 12:47 PM, Jul 7, 2020

Automazione e personalizzazione. Ecco il futuro delle Rsa

Visite: 55 times

La crescente disponibilità di tecnologie di automazione e la revisione organizzativa per la loro condivisione tra le strutture, consentono di rendere alcuni processi del sistema sanitario più sicuri ed efficienti, efficientando le risorse umane e finanziarie disponibili.
Ma ogni salto tecnologico, e il relativo innalzamento della produttività del lavoro, porta con sé la necessità di una revisione del modello organizzativo. Gli investimenti in innovazione e l’accentramento di tali tecnologie in centri di servizio a disposizione di più strutture, possono creare economie di scala e razionalizzare l’uso del lavoro degli infermieri come nel caso della proposta SEMPLI FARMA © che la start up REMEDIO sta portando avanti nel settore delle RSA.
Un uso maggiormente appropriato del tempo degli infermieri, soprattutto in questa fase di estremo fabbisogno di professionalità da dedicare all’assistenza (carenza comunque di tipo strutturale, si pensi che proiezioni ante Covid 19 indicavano in circa 90.000 unità il fabbisogno di infermieri al 2030) è possibile raggiungerlo grazie al binomio sistemi tecnologici e centralizzazione dei servizi che possono consentire la loro automatizzazione, come nel caso della preparazione e somministrazione delle terapie dei farmaci, in particolare nelle RSA.
Vediamo insieme alla nostra “guida” esperta, Alessandro Iadecola co-fondatore di REMEDIO, la tecnologia principale e gli accessori tecnologici, i quali se organizzati in modo razionale, possono rendere maggiormente sicuro ed efficiente il processo di preparazione e somministrazione delle terapie di farmaci solidi orali. Si pensi che in una RSA di 100 posti letto, tra le 8 e le 10 ore giornaliere del lavoro degli infermieri è impiegato nella noiosa, poco professionale, e spesso fonte di errore, attività di sconfezionamento dei farmaci. Questa attività potrebbe essere sostituita, liberando più proficuamente il tempo degli infermieri per l’assistenza ai malati, da sistemi maggiormente sicuri ad un costo di circa la metà.
Ed allora vediamo nel dettaglio alcuni aspetti tecnologici.
I sistemi tecnologici di JVM Europe usati dalla start up REMEDIO automatizzano, personalizzano e controllano tutte le aree gestite nel processo “terapia” con il duplice obiettivo di abbattere il rischio clinico e ottimizzare le risorse per la gestione del processo relativo alla preparazione della terapia dei farmaci solidi orali (compresse, capsule, ecc.). Essi sono composti principalmente da:
•    Automatic Tablet Dispensing and Packaging System (ATDPS), un sistema di confezionamento pienamente automatizzato, specifico per i farmaci, in grado di dispensare singole o multiple dosi individuali in bustine tra loro unite (stringa di bustine). E’ previsto un vassoio speciale per le compresse -Special Tablet System (STS)- che permette l’inclusione di compresse speciali (ad esempio “metà compressa”) durante il processo di produzione delle bustine.  Il sistema funziona attraverso gli input provenienti da uno specifico software compatibile con tutti gli standard dei sistemi informativi usati dalle strutture sanitarie e sociosanitarie e usa la tecnologia RFID (a unique radio frequency code) per assicurare sicurezza e accesso appropriato alle persone autorizzate.
•    Vizen, un sistema automatico di ispezione che evita il controllo manuale della qualità e riduce radicalmente le possibilità di errori. E’ un sistema basato sulla fotografia dei contenuti delle bustine usando un potente flash interno alla macchina per valutare la quantità, la forma, la dimensione e il colore dei contenuti delle bustine per compararlo con i dati presenti in memoria. In tal modo l’ispezione delle bustine potrà essere richiamata in ogni tempo (come prova dell’attività di confezionamento svolta) e ogni bustina è conseguentemente pienamente tracciabile.
•    Sblisteratrice automatica che consente in maniera automatica e sicura (in spazi adeguati dal punto di vista della qualità dell’aria e igienico-sanitario, e protetti “sotto cappa”) di sconfezionare i farmaci in blister ed inserirli nei diversi canister.
•    Piattaforma digitale di dialogo e interfaccia tra il sistema di robot e i sistemi datawarehouse delle strutture con relativi dispositivi per tracciatura -braccialetti- e lettura di barcode ai fini della tracciatura e della chiusura della catena logistica a “bordo letto”.