May 25, 2019 Last Updated 4:46 PM, May 24, 2019

Quotidiano della Salute

24-05-2019 Hits:40

Nuovi materiali intelligenti: un passo verso il cuore artificiale

Nuovi materiali intelligenti: un passo verso il cuore artificiale

Un approccio interdisciplinare che vede coinvolti l’Istituto nazionale di ottica del Cnr, l’Università di Firenze e il Lens ha reso possibile lo sviluppo di un innovativo materiale foto-responsivo, capace di ...

Leggi tutto

24-05-2019 Hits:42

Nuove acquisizioni sul meccanismo di ereditarietà genetica associato al cromosoma X

Nuove acquisizioni sul meccanismo di ereditarietà genetica associato al cromosoma X

Un nuovo studio internazionale, coordinato dalla Sapienza in collaborazione l’European Molecular Biology Laboratory - Rome, il Queen Mary University of London e il California Institute of Technology, fa luce ...

Leggi tutto

23-05-2019 Hits:81

LA SAPIENZA DI ROMA, FUCINA DI MEDICI DAL CINQUECENTO

LA SAPIENZA DI ROMA,  FUCINA DI MEDICI DAL CINQUECENTO

  Initium sapientiae timor Domini (“L’inizio della sapienza è il timor di Dio): così recita la scritta che appare sul portone principale della chiesa di Sant’Ivo alla Sapienza, opera seicentesca del celebre ...

Leggi tutto

23-05-2019 Hits:81

FISH: luci e ombre nel decreto correttivo sull’inclusione scolastica

FISH: luci e ombre nel decreto correttivo sull’inclusione scolastica

  Nella sua ultima seduta il Consiglio dei Ministri ha approvato uno schema di decreto legislativo correttivo del decreto legislativo n. 66 del 2017, “Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli s...

Leggi tutto

23-05-2019 Hits:99

La Sapienza e il Policlinico Umberto I inaugurano la XVI giornata nazionale della prevenzione delle malattie cardiovascolari e respiratorie

La Sapienza e il Policlinico Umberto I inaugurano la XVI giornata nazionale della prevenzione delle malattie cardiovascolari e respiratorie

Presentazione del sistema audio-video ad alta definizione per la trasmissione degli interventi in diretta e in streaming dalle sale di Cardiologia interventistica e di Cardiochirurgia del Dipartimento Cuore e...

Leggi tutto

23-05-2019 Hits:88

Mercurio in acque minerali italiane sotto la soglia

Mercurio in acque minerali italiane sotto la soglia

Pubblicato sulla rivista Chemosphere uno studio coordinato dall’Istituto per la dinamica dei processi ambientali del Cnr. La ricerca, con una tecnica analitica specifica per la determinazione del metallo cont...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:71

QUALITÀ E INNOVAZIONE PER I PROFESSIONISTI DELLA TERZA ETÀ

QUALITÀ E INNOVAZIONE PER I PROFESSIONISTI  DELLA TERZA ETÀ

  Le strutture che ospitano anziani (strutture socio-assistenziali, residenziali o RSA), sono sempre più attente al benessere dei propri residenti, offrendo un ventaglio di servizi sempre più ampio e di qual...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:66

SUCCESSIONI, QUANDO OCCORRE CAPIRE DI PIÙ

SUCCESSIONI, QUANDO OCCORRE CAPIRE DI PIÙ

    La Tassa di successione 2019 è un’imposta che le persone che ricevono in eredità un patrimonio, lasciato dal defunto, devono pagare allo Stato sulla base della dichiarazione di successione presentata al...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:70

LA SALUTE PARTE DALLA BOCCA

LA SALUTE PARTE  DALLA  BOCCA

  Tante sono le patologie che direttamente o indirettamente sono collegate con lo stato della salute orale:diabete, malattie cardiovascolari, malattie dell’apparato gastroenterico (cattiva digestione), studi...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:60

DENTISTA DI FAMIGLIA, questione di fiducia

DENTISTA DI FAMIGLIA, questione di fiducia

  In un convegno a Cernobbio l’uomo delle statistiche, Renato Mannheimer, ha illustrato alcuni punti fondamentali della percezione del Dentista da parte delle famiglie italiane. Tale sondaggio dimostra che i...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:61

CLINICA DENTALE: COME CURARE I “PAZIENTI SPECIALI”

CLINICA DENTALE: COME CURARE I “PAZIENTI SPECIALI”

  Può davvero rappresentare una seria criticità sociale. L’ampia fascia di popolazione composta da tutte quelle persone che presentano patologie ai denti ma che, al contempo, versano in particolari condizion...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:58

Più tutelati i professionisti, Più responsabilità sulle strutture

Più tutelati i professionisti, Più responsabilità sulle strutture

  La legge Gelli Bianco dell’8 marzo 2017 numero 24 entrata in vigore il primo aprile 2017, è nata con l’ambizione di fornire una risposta più esaustiva sul tema del  diritto alla salute, della tutela della ...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:56

Mettiamoci in ascolto

Mettiamoci in ascolto

  Nella splendida cornice del Castello arabo-normanno di Castellamare del Golfo, in provincia di Trapani, il 29 giugno si terrà il 2° convegno dell’organizzazione di volontariato “I.P.O. - Insieme Per l’Otos...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:54

La condizione degli anziani nelle regioni d’Italia

La condizione degli anziani nelle regioni d’Italia

  Non in tutte le regioni italiane gli anziani vivono allo stesso modo né l’assistenza sociosanitaria è ugualmente garantita: eppure la popolazione invecchia a ritmi sostenuti sempre più e dappertutto. sul t...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:58

Tiroide, IODOSUFFICIENZA contro il gozzo in sette Regioni

Tiroide,  IODOSUFFICIENZA contro il gozzo in sette Regioni

  Il 10% della popolazione italiana soffre di patologie tiroidee in primis le donne. È questa la stima frutto del secondo monitoraggio dell’Osservatorio Nazionale per il Monitoraggio della Iodoprofilassi in ...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:59

Associati Fisiomed: la Salute è Donna

Associati Fisiomed: la Salute è Donna

  Anche quest’anno l’8 marzo, Festa della Donna, è stato occasione di dibattito per media e istituzioni su varie tematiche legate all’universo femminile. La tutela della donna e, in particolare, della sua sa...

Leggi tutto

22-05-2019 Hits:57

SOSTIENI COOSS CON IL 5x1000 DELLA TUA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

SOSTIENI COOSS CON IL 5x1000 DELLA TUA DICHIARAZIONE DEI REDDITI

  COOSS da oramai 40 anni lavora nel settore del sociale ed è molto sensibile alle realtà della fragilità. Per questo, anche quest’anno ha deciso di sostenere con il 5x1000 un progetto molto speciale.Si trat...

Leggi tutto

21-05-2019 Hits:80

Lazio. Ospedale dei Castelli, inaugurato lo spazio "4 Zampe con te"

Lazio. Ospedale dei Castelli, inaugurato lo spazio "4 Zampe con te"

 I degenti potranno incontrare i loro animali domestici Gli animali d’affezione rappresentano una parte integrante nella vita di chi li ama, ancor più quando ci si trova in situazioni di fragilità emotiva e fi...

Leggi tutto

CLINICA DENTALE: COME CURARE I “PAZIENTI SPECIALI”

 

Può davvero rappresentare una seria criticità sociale.
L’ampia fascia di popolazione composta da tutte quelle persone che presentano patologie ai denti ma che, al contempo, versano in particolari condizioni fisiche e di salute.
Stiamo parlando di persone con malattie che rendono il trattamento odontoiatrico critico, pazienti affetti da malattie croniche che ne riducono la mobilità e la collaborazione, persone con disabilità intellettiva.
Una condizione in cui chiunque potrebbe venirsi a trovare, semplicemente per gli effetti della vecchiaia, oppure a seguito di una terapia farmacologica o di un trauma, di un intervento chirurgico o di una malattia.
In gergo, in medicina, vengono definiti “special needs”, un “paziente speciale”che, in odontoiatria, richiede al dentista non solo tempi e modalità di intervento differenti da quelli utilizzati nella pratica professionale quotidiana, ma anche elevati standard qualitativi di assistenza.
“E non sono molti i Centri, come il nostro, capaci di occuparsi anche di questa fascia di popolazione, oltre che dei pazienti più comuni”, ha sottolineato il Prof. Michele Grechi, Direttore della Clinica Dentale Santo Stefano di Porto Potenza Picena, in occasione dell’evento formativo organizzato dalla stessa Clinica, che ha visto partecipare anche il Prof. Raffaele Vinci, Direttore del centro dipartimentale di chirurgia orale presso l’IRCCS San Raffaele di Milano e punto di riferimento per il settore.
La qualità delle cure nel settore odontoiatrico, d’altronde, rappresenta un valore aggiunto imprescindibile, in risposta ai crescenti problemi della popolazione. 
Crescenti, appunto, perché la popolazione sta progressivamente invecchiando (i dati Istat 2012 fissano a 84,5 anni l’aspettativa di vita media delle femmine, mentre per i maschi a 79,4 con un evidente incremento negli ultimi dieci anni quando, nel 2001, per le femmine l’aspettativa era di 82,9 anni e per i maschi di 76,7) con un conseguente aumento dei problemi di salute orale, come la perdita di denti, l’aumento dell’esperienza di carie e le malattie parodontali, eccetera.
“La salute orale – ci tiene a precisare Grechi – è preziosa perché una cattiva salute orale si estende ben oltre la bocca, causando un serio problema alla salute e al benessere generale dell’individuo, con difficoltà ad alimentarsi e nutrirsi, a digerire e ad avere un corretto metabolismo, con tutto quello che ne può conseguire”.
Dicevamo dell’importante evento formativo per dentisti organizzato dalla Clinica Dentale del Santo Stefano e dal Direttore, il Prof. Michele Grechi, che ha richiamato tanti professionisti del territorio e che ha visto protagonisti docenti d’eccezione e punti di riferimento assoluti nel settore dell’odontoiatria: oltre al Prof. Raffaele Vinci, anche il dr. Marco Finotti e il dr. Michele Manacorda.
A loro il compito di formare i colleghi professionisti odontoiatri che hanno seguito l’evento sul tema “Attuali orientamenti nelle riabilitazioni implantoprotesiche” fornendo loro gli step operativi fondamentali relativi alla progettazione e realizzazione implantoprotesica a flusso digitale.
L’evento ha avuto un’elevata efficacia e un grande impatto visto che, con assoluta maestria, i docenti si sono divisi tra la sala operatoria in cui hanno effettuato due importanti interventi in diretta live dalla Clinica Dentale, e le spiegazioni teorico pratiche in aula.

Più tutelati i professionisti, Più responsabilità sulle strutture

 
La legge Gelli Bianco dell’8 marzo 2017 numero 24 entrata in vigore il primo aprile 2017, è nata con l’ambizione di fornire una risposta più esaustiva sul tema del  diritto alla salute, della tutela della dignità professionale e personale dell’esercente la professione sanitaria e per contrastare la medicina difensiva, ponendo un freno all’ incremento della spesa pubblica in materia sanitaria.
Appare evidente sin dall’inizio un doppio binario di responsabilità civile,
da una parte  la posizione della struttura sanitaria dall’altra quella dei professionisti o più in generale degli esercenti l’attività in ambito sanitario. La struttura sanitaria o sociosanitaria pubblica o privata che, nell’adempimento della propria obbligazione, si avvalga dell’opera di esercenti la professione sanitaria, anche se scelti dal paziente e ancorché non dipendenti della struttura stessa, risponde, ai sensi di legge, delle condotte dolose o colpose (responsabilità contrattuale). La medesima disciplina si applica anche alle prestazioni sanitarie svolte in regime di libera professione intramuraria, ovvero in regime di convenzione con il Servizio sanitario nazionale.
La struttura sanitaria, quindi, risponderàdei fatti illeciti compiuti dagli esercenti la professione sanitaria secondo le regole della responsabilità contrattuale, con importanti conseguenze in termini di onere della prova, danno risarcibile e per ultimo ma non meno importante il termine prescrizionale di 10 anni.
DA NON DIMENTICARE: l’accettazione del paziente nella struttura sanitaria (sia pubblica sia privata), per un ricovero o una visita ambulatoriale, comporta la conclusione di un contratto atipico a prestazioni corrispettive definito di spedalità o di assistenza sanitaria. Il danneggiato, nell’eventuale richiesta danni che indirizzerà alla struttura privata, dovrà semplicemente provare il titolo da cui deriva l’obbligazione (ad es. cosiddetto contratto di spedalità di cui sopra) e l’inadempimento che ne è derivato, mentre in capo alla struttura sanitaria resterà la prova dell’esatto adempimento ovvero la non sussistenza dell’inadempimento reclamato da controparte.
ED I PROFESSIONISTI?
LA RESPONSABILITÀ RIGUARDA IN OGNI CASO I SERVIZI OFFERTI dalla struttura Pubblica o Privata e dal contratto di spedalità che ne deriva ovvero non solo la prestazione medica principale ma anche la prestazione alberghiera, la messa a disposizione di personale medico ausiliario e paramedico, sia la predisposizione di medicinali, strumenti e attrezzature sanitarie.
La legge 24/2017 è chiara  a riguardo, perché la struttura sanitaria sarà sempre chiamata in prima battuta per ogni pretesa risarcitoria, risponderà per colpa lieve e per colpa grave dei sanitari, e potrà esercitare la rivalsa sul sanitario solo e se questi sia responsabile per colpa grave. Il giudice, infatti, terrà conto del grado di (mancata) adesione della condotta dell’esercente la professione sanitaria in regime di libera professione, alle linee guida e alle buone pratiche e per la determinazione dell’ammontare del danni , farà riferimento alle  tabelle di cui agli articoli 138 e 139 del Codice delle assicurazioni private.
L’esercente la professione sanitaria strutturato, invece, sarà chiamato a rispondere del proprio operato ai sensi dell’articolo 2043 del codice civile (salvo che abbia agito nell’adempimento di obbligazione contrattuale assunta con il paziente), cioè secondo le norme inerenti la responsabilità extracontrattuale, che prevedono un termine prescrizionale di cinque anni e un gravoso onere della prova in capo al danneggiato, che dovrà non solo allegare ma provare il fatto illecito, il danno, l’elemento soggettivo e il nesso eziologico tra condotta ed evento. Ai fini della determinazione del danno.
IMPORTANTE ricordare che vige sull’ente un dovere di controllo sul personale sanitario ivi operante., sia esso strutturato o no. L’inadempimento di una delle obbligazioni scaturenti dal contratto di spedalità, comporta la responsabilità contrattuale della struttura sanitaria nei confronti
del paziente, a prescindere dalla natura (privata o pubblica) della struttura stessa.
LA SOLUZIONE Se è pur vero che in assenza dei decreti attuativi non vi è obbligo assicurativo a stabilirlo una pronuncia del Tribunale di Milano del 6 luglio 2018 che, per la prima volta, esplicita la posizione sul tema della cogenza e dell’operatività temporale degli obblighi assicurativi introdotti dalla legge 24/2017 (artt. 10 e ss) è anche vero che la copertura assicurativa per una struttura sanitaria privata è imprescindibile difronte alla sempre più presa di coscienza del paziente che a seguito di possibile errore medico, ha strumenti legali per esercitare il diritto alla richiesta di un risarcimento. L’informazione rende liberi e può garantire la giusta protezione. Area Insurance Brokers ha nel tempo consolidato la giusta visione per prevedere, prevenire e provvedere con la soluzione assicurativa tailor made.

Altri articoli...

Iscriviti alla Newsletter