May 26, 2020 Last Updated 6:11 PM, May 20, 2020

Quotidiano della Salute

20-05-2020 Hits:35

REGIONE MARCHE - Lo sport riparte, il presidente Ceriscioli firma il decreto

REGIONE MARCHE - Lo sport riparte, il presidente Ceriscioli firma il decreto

Il presidente della Regione Luca Ceriscioli ha firmato il decreto che prevede che l’attività svolta presso palestre e piscine è consentita a decorrere dal 25 maggio 2020, nel rispetto delle norme di distanzia...

Leggi tutto

20-05-2020 Hits:44

REGIONE MARCHE - 20 milioni di premi ai sanitari

EMERGENZA COVID, 20 MILIONI DI PREMI AI SANITARI.CERISCIOLI AI SINDACATI: “Concludete presto le trattative, così velocizziamo le erogazioni. Il tempo non è una variabile indipendente, farne passare troppo vuol ...

Leggi tutto

18-05-2020 Hits:41

La raccolta fondi per Inrca e Salesi

La raccolta fondi per Inrca e Salesi

La Fiduciaria Marche, istituzione che gestisce e tutela i capitali di famiglie, aziende e società garantendone la perfetta legalità e trasparenza nella riservatezza e nella sicurezza di ogni operazione econom...

Leggi tutto

18-05-2020 Hits:33

REGIONE MARCHE - Ufficializzata la riapertura delle attività produttive

REGIONE MARCHE - Ufficializzata la riapertura delle attività produttive

Con il decreto n. 152 del 15 maggio 2020 la Regione ha ufficializzato la riapertura delle attività produttive per lunedì 18 maggio.Riaprono dunque nelle Marche le attività di:•          Somministrazione di al...

Leggi tutto

15-05-2020 Hits:103

Biagi: "Con l'Emilia Romagna pronti a vincere la partita della Salute

Biagi: "Con l'Emilia Romagna pronti a vincere la partita della Salute

“Gli ospedali AIOP ci sono stati nella fase più critica dell’emergenza COVID, ci sono per affrontare l’epidemia in atto e continueranno ad esserci, quali componenti di diritto privato di un unico sistema sani...

Leggi tutto

13-05-2020 Hits:47

REGIONE MARCHE - Proposta per semplificare la CIG al presidente Nazionale INPS Pasquale Tridico

REGIONE MARCHE - Proposta per semplificare la CIG al presidente Nazionale INPS Pasquale Tridico

“Abbiamo avuto rassicurazioni che il Decreto Rilancio, all’approvazione del Governo nazionale, conterrà le semplificazioni suggerite dalla Regione Marche per ridurre i tempi di erogazione della Cassa integraz...

Leggi tutto

12-05-2020 Hits:67

FLAVIA PETRINI ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMISSIONE TECNICO-SCIENTIFICA DELLA PROTEZIONE CIVILE

FLAVIA PETRINI ENTRA A FAR PARTE DELLA COMMISSIONE TECNICO-SCIENTIFICA DELLA PROTEZIONE CIVILE

UNDICI DONNE DI PRESTIGIO SCELTE PER LA "FASE DUE" DELL'EMERGENZA COVID.19:  TRA DI LORO ANCHE LA PRESIDENTE SIAARTILa Presidente della Società Italiana di Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva (SIAARTI)...

Leggi tutto

11-05-2020 Hits:70

Coronavirus, TeiaCare lancia la campagna #setteauno per rispondere all’appello del ministro per gli Affari regionali

Coronavirus, TeiaCare lancia la campagna #setteauno per rispondere all’appello del ministro per gli Affari regionali

Milano, 7 maggio 2020 – Nei giorni scorsi il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, ha rivolto un appello a sostegno delle RSA dei territori italiani in emergenza a causa del Covi...

Leggi tutto

04-05-2020 Hits:105

REGIONE CAMPANIA - Ordinanza del 3 maggio

NAPOLI 3 maggio 2020 - L’Unità di Crisi trasmette in allegato l'Ordinanza n.43 del 3 maggio 2020, firmata dal Presidente Vincenzo De Luca, con ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epide...

Leggi tutto

04-05-2020 Hits:105

REGIONE MARCHE - Primi sbarchi dalla Costa Magica: 11 persone rientreranno a casa

REGIONE MARCHE - Primi sbarchi dalla Costa Magica: 11 persone rientreranno a casa

ANCONA - 3 MAGGIO 2020 - Dopo la conclusione delle operazioni di prelievo dei tamponi, avvenuta ieri, sono cominciati questa mattina i primi sbarchi dei membri dell’equipaggio della Costa Magica attraccata al P...

Leggi tutto

04-05-2020 Hits:91

REGIONE MARCHE - CERISCIOLI CON GUIDO BERTOLASO AL COVID HOSPITAL

REGIONE MARCHE - CERISCIOLI CON GUIDO BERTOLASO AL COVID HOSPITAL

ANCONA - 30 aprile 2020 - “E’ impressionante quello che sta accadendo qui a Civitanova. Dall’ultima visita sono passati poco più di dieci giorni e in questo breve lasso di tempo gli stessi spazi sono stati tr...

Leggi tutto

30-04-2020 Hits:74

REGIONE MARCHE - Sanitari a bordo della Costa Magica. Primi 145 tamponi

REGIONE MARCHE - Sanitari a bordo della Costa Magica. Primi 145 tamponi

Ha avuto inizio, oggi, alle 14,30 l'attività di prelievo dei tamponi a bordo della Costa Magica. Nel corso della mattinata era stata messa a punto la procedura, che è stata modificata, rispetto alle previsioni ...

Leggi tutto

29-04-2020 Hits:84

REGIONE SARDEGNA - Una termocamera bispectrum per la fase 2

REGIONE SARDEGNA - Una termocamera bispectrum per la fase 2

Cagliari, 28 aprile 2020 – La Regione Sardegna si sta attrezzando per affrontare adeguatamente la 'fase 2' all’interno delle proprie strutture e da ieri, nell’Assessorato regionale degli Affari generali in vial...

Leggi tutto

29-04-2020 Hits:99

Anni Azzurri Ducale 1 e Ducale 2-3: le RSA “blindate” che resistono Calano i decessi rispetto al 2019

Anni Azzurri Ducale 1 e Ducale 2-3: le RSA “blindate” che resistono   Calano i decessi rispetto al 2019

A Modena, tra il centro e la periferia, ci sono due RSA Anni Azzurri che “resistono”: sono le residenze Ducale 1 in via del Pozzo e Ducale 2 - 3 in via Dell’Ariete. Qui la tempesta COVID19 non si è abbattuta me...

Leggi tutto

28-04-2020 Hits:58

REGIONE MARCHE - Decreto seconda tranche di 37,3 milioni di euro

REGIONE MARCHE - Decreto seconda tranche di 37,3 milioni di euro

Assessore Bravi. “Una buona notizia, ma servono più risorse e per un periodo più lungo” Ammonta a 37,3 milioni la seconda tranche di risorse che il Ministero del Lavoro ha assegnato alla Regione Marche per la...

Leggi tutto

27-04-2020 Hits:64

Partire dalle Rsa nella fase 2 per difedere i più fragili

Partire dalle Rsa nella fase 2 per difedere i più fragili

ROMA - “La fase 2 della prevenzione del Covid19 avrà successo anzitutto se si diffonderà un principio: le RSA sono importanti tanto quanto gli ospedali. E lo stesso vale per le altre realtà che si dedicano a ...

Leggi tutto

24-04-2020 Hits:83

REGIONE CAMPANIA - Sostegno per l'affitto di abitazioni principali

REGIONE CAMPANIA - Sostegno per l'affitto di abitazioni principali

BOLOGNA - 24 aprile 2020 -  La Direzione Generale dell'assessorato al Governo del Territorio della Regione Campania, ha pubblicato l’Avviso per il sostegno all'affitto delle abitazioni principali,  per un impor...

Leggi tutto

23-04-2020 Hits:88

REGIONE MARCHE - Agricoltura Marche: un Bando da 600 mila euro per il settore del latte e degli agnelli

REGIONE MARCHE - Agricoltura Marche: un Bando da 600 mila euro per il settore del latte e degli agnelli

Casini: “Diamo un aiuto concreto ai nostri produttori e allevatori. In questa fase storica la Regione deve essere vicino a chi è più in difficoltà. Nelle prossime ore aiuti anche alle aziende agricole”La Regi...

Leggi tutto

Partire dalle Rsa nella fase 2 per difedere i più fragili

ROMA - “La fase 2 della prevenzione del Covid19 avrà successo anzitutto se si diffonderà un principio: le RSA sono importanti tanto quanto gli ospedali. E lo stesso vale per le altre realtà che si dedicano a persone con disabilità, minori fuori famiglia, sofferenti psichici e persone con altre fragilità”.

Parla Franco Massi, presidente nazionale di Uneba (www.uneba.org), la più longeva e rappresentativa organizzazione di categoria del settore sociosanitario e assistenziale in Italia, espressione del non profit di radici cristiane. Un migliaio gli enti associati. Centinaia degli associati gestiscono prevalentemente strutture residenziali per anziani e disabili. Uneba torna a intervenire, come voce in difesa dei più fragili, delle strutture e dei lavoratori che vi si dedicano con grande professionalità: équipe multidisciplinari composte da medici, geriatri, infermieri, fisioterapisti, educatori, operatori socio sanitari (OSS), ausiliari socio sanitari (ASA).

“Le RSA - ribadisce Massi, parlando a nome di Uneba - sono importanti tanto quanto gli ospedali. Molti già lo sapevano ma la terribile esperienza della pandemia lo ha confermato e reso più chiaro a tutti. Per le prime settimane l'attenzione si è concentrata sugli ospedali. Per questo motivo alle strutture per anziani e disabili, di quello di cui c'era bisogno - tamponi e mascherine - è arrivato poco, faticosamente, tardi, o per niente. E la sanità pubblica ha attirato a sé infermieri o OSS del settore sociosanitario, lasciandolo sguarnito proprio nel momento più delicato. Una situazione di cui purtroppo hanno pagato le conseguenze i più deboli”.

“Le strutture sociosanitarie, per vocazione, accolgono e assistono persone fragili, e danno loro la possibilità di vivere in comunità e tessere relazioni, anziché affondare nella solitudine. Proprio queste caratteristiche – accoglienza della fragilità e esperienza di vita comunitaria- hanno reso più vulnerabili queste strutture. Attirando poi su di loro, nei giorni del dolore, il fango delle accuse non provate”.

“Gli ospedali con tutta la sanità, al pari delle residenze per anziani e disabili, con tutto il sociosanitario, sono e devono essere considerate pilastri della società italiana, oltre che del Sistema Sanitario”.

“E' a chi lavora nelle case di riposo e nelle residenze per disabili, tanto quanto a chi lavora negli ospedali, che vanno rivolti gli applausi, e il rispetto, per tutte le vite che hanno contribuito e contribuiscono a salvare, per tutte le vite più serene che fanno vivere.

Casi di comportamenti scorretti di singoli non adeguati? Magari ce ne sono stati. come in ogni campo della società: i responsabili ne risponderanno a termini di legge, per questo mi auguro che venga fatta chiarezza al più presto”.

Tanto gli ospedali come le strutture sociosanitarie sono indispensabili. Chi sceglie che sia una struttura a prendersi cura del proprio caro anziano con pluripatologie non lo fa a cuor leggero, ma perché solo la professionalità, la competenza (che non si improvvisa!) e l'assistenza 365 giorni l’anno possono rispondere alle esigenze di chi è non autosufficiente e malato cronico. Migliaia di anziani, di disabili e le loro famiglie ne hanno bisogno ogni anno”.

“Ora, per questa Fase 2 della protezione dal Covid19 serve uno sguardo diverso. Uno sguardo unitario su sanità e settore sociosanitario, che sappia tutelare entrambi. Uno sguardo che sappia riconoscere dove, regione per regione, è necessario prevedere anche nuove forme di accoglienza ai più fragili senza gettare all’aria storia e competenza di tantissime realtà sociosanitarie.

I 1.000 enti associati Uneba hanno spesso storie decennali o centenarie di servizio e sono nati per rispondere alle esigenze dei territori, eredi dell'attenzione della Chiesa ai più fragili. I nostri valori e le norme di Stato e Regioni sono i nostri fari. Nulla abbiamo a che fare con piccole realtà improvvisate o semiclandestine che approfittano di chi è vulnerabile, e insultano quello che tutte le persone, fragili o no, hanno in comune: la dignità”.

“In questa Fase 2, oltre al tema della sicurezza sanitaria, dovranno essere affrontati altri temi egualmente importanti quali ad esempio la relazione ospiti-operatori, l’accesso dei familiari, la tutela dei lavoratori, il supporto in materia di medicina specialistica: questioni complesse, come complessa è la presa in carico e la cura di persone con cronicità. Per questo Uneba manifesta la sua piena disponibilità a collaborare con le istituzioni e i tavoli tecnici affinché siano trovate le migliori soluzioni possibili per il settore”.

REGIONE CAMPANIA - Sostegno per l'affitto di abitazioni principali

BOLOGNA - 24 aprile 2020 -  La Direzione Generale dell'assessorato al Governo del Territorio della Regione Campania, ha pubblicato l’Avviso per il sostegno all'affitto delle abitazioni principali,  per un importo complessivo di € 6.450.674.
 
Potranno accedere al contributo, secondo i criteri stabiliti nell'Avviso, i nuclei familiari  titolari di un contratto di locazione,  che hanno subito una diminuzione della capacità reddituale a seguito delle misure restrittive per l’epidemia da COVID-19. ​
L’ammontare del contributo concesso è pari al 50% del canone mensile,  per tre mensilità, per un importo massimo complessivo pari a € 750,00.
 
La domanda per la concessione del contributo va presentata al Comune dove è situato l’immobile condotto in locazione, mediante autocertificazione (ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 445/2000)  del possesso di tutti i requisiti di accesso al contributo , compreso la diminuzione del volume d’affari per i titolari di reddito di impresa, arte o professione e/o la riduzione del reddito da lavoro dipendente/assimilato.
 
La domanda per la concessione del contributo potrà essere presentata da un componente maggiorenne incluso nel nucleo familiare, anche non intestatario del contratto di locazione, purché residente nel medesimo alloggio oggetto del contratto di locazione.
 
I  Comuni potranno acquisire le domande anche per il tramite o col supporto dei Centri di assistenza Fiscale e/o delle Organizzazioni sindacali.
 
Le amministrazioni comunali raccolte le domande dei nuclei familiari in possesso dei requisiti previsti dalla Regione Campania, faranno un controllo sulla regolarità formale delle autocertificazioni,  e predisporranno un elenco dei beneficiari con indicazione del contributo spettante a ciascuno di essi.
 
La Regione provvederà all'accredito del totale dei contributi spettanti a ciascuna Amministrazione Comunale, in proporzione al numero di domande complessivamente pervenute.

I Comuni trasmetteranno l’elenco, redatto sul modello allegato al bando e firmato digitalmente, entro e non oltre le ore 18.00 del 12 maggio al seguente indirizzo pec: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
I Comuni, ricevuto l’accredito da parte della Regione, provvederanno alla erogazione dei contributi a favore dei beneficiari nell'ordine di graduatoria stabilita dal Comune stesso, per l’importo ad ognuno di essi spettante, fino ad esaurimento fondi.
 
Tutta la documentazione relativa all'Avviso sarà visibile su  https://www.territorio.regione.campania.it/home

REGIONE MARCHE - Agricoltura Marche: un Bando da 600 mila euro per il settore del latte e degli agnelli

Casini: “Diamo un aiuto concreto ai nostri produttori e allevatori. In questa fase storica la Regione deve essere vicino a chi è più in difficoltà. Nelle prossime ore aiuti anche alle aziende agricole”
La Regione Marche ha pubblicato un bando che ammonta a 600 mila euro, a sostegno del settore zootecnico, per far fronte all’emergenza Covid-19. “Abbiamo voluto subito fornire un aiuto concreto ai tanti allevatori di ovini che hanno avuto difficoltà nella vendita di agnelli e ai produttori di latte marchigiano ai quali il prodotto viene ritirato a un prezzo più basso. Sono settori strategici dell’agricoltura marchigiana e in questa fase storica la Regione deve essere vicino a chi è più in difficoltà. Siamo, infatti, la prima regione d’Italia ad aver approvato una legge simile, con un percorso virtuoso sviluppato insieme alle associazioni di categoria agricole.

Nelle prossime ore, inoltre, arriveranno ulteriori misure a sostegno delle aziende agricole”, afferma Anna Casini, vicepresidente e assessore all’Agricoltura della Regione Marche. I destinatari sono gli agricoltori, singoli o associati in attività, titolari di allevamenti zootecnici ricadenti nel territorio della regione Marche, detentori di animali ovicaprini e bovini. Le domande di contributo andranno presentate entro il prossimo 10 giugno. I 600 mila euro verranno erogati in funzione del numero degli animali posseduti (tra l’8 marzo e il 30 aprile) e dei litri di latte prodotti (tra l’8 marzo e il 30 maggio). 

Le agevolazioni, concesse in regime di de minimis (cioè senza violare le norme Ue sulla concorrenza), prevedono contributi fino a 6 euro per pecora (in grado di partorire un agnello) di allevamento iscritto al circuito IGP “Agnello del Centro Italia” e fino a 4 euro per pecora di allevamento non iscritto al circuito IGP. Verranno concessi 4 centesimi al litro di latte bovino QM e 2 centesimi per quello non QM (marchio regionale Qualità Garantita dalle Marche). Altri 2 centesimi al litro saranno riconosciuti anche al latte ovicaprino.