May 24, 2018 Last Updated 10:16 AM, May 23, 2018

Cancro e alimentazione: a Milano tre Irccs insieme per la prevenzione a tavola e contro le bufale

Visite: 165 times

Scienziati e chef insieme per promuovere l’alimentazione sana, specie in un’ottica di prevenzione del cancro.
Il prossimo 3 febbraio, i ricercatori dell’IRCCS Policlinico San Donato, dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, dell’Istituto Nazionale dei Tumori e dell’Istituto Europeo di Oncologia, affiancati da noti chef parteciperanno all’incontro “A tavola per prevenire, a tavola per guarire. Il cibo nella prevenzione e cura delle patologie oncologiche”.
L’incontro è organizzato da Salute allo Specchio Onlus, associazione no profit attiva all’IRCCS Ospedale San Raffaele che  supporta le pazienti in cura per patologie oncologiche, e da Casa dei Diritti del Comune di Milano.

“Un’alimentazione sana, associata ad un’adeguata attività fisica e al controllo di alcuni fattori di rischio (ad esempio fumo e alcol), costituisce uno strumento fondamentale nella prevenzione e gestione di numerose patologie”, dice Valentina Di Mattei, psicologa e ricercatrice dell’Università Vita-Salute San Raffaele, nonché vice presidente di Salute allo Specchio. “Un regime dietetico equilibrato, oltre a fornire un apporto di nutrienti necessari a soddisfare i fabbisogni dell’organismo, consente anche di introdurre elementi che svolgono una funzione preventiva e protettiva nei confronti di determinate condizioni patologiche, tra cui i tumori”

“In ambito oncologico – aggiunge Giorgia Mangili, responsabile dell’Unità di Ginecologia oncologica dell’IRCCS Ospedale San Raffaele, nonché presidente di Salute allo Specchio - la letteratura scientifica ha mostrato come una dieta sana e varia sia in grado di prevenire l’insorgenza dei tumori, nonché di influire sul controllo della crescita tumorale. Inoltre negli ultimi anni è stata confermata anche l’importanza del controllo del peso corporeo per le persone con una storia di patologia oncologica”.


Paradossalmente, proprio “il crescente interesse del pubblico sui temi dell’alimentazione e della salute ha contribuito alla diffusione a macchia d’olio di  diete e teorie, soprattutto sul web, che promettono miracoli”, avverte Mauro Grimoldi, psicologo e direttore scientifico della Casa dei Diritti. “La papaya fermentata ha ceduto il posto alle bacche di Goji, l’Acai ai più attuali semi di canapa: la ricerca dell’alimento esotico e miracoloso in grado di prevenire e guarire si accompagna alla diffusione di diete sempre più peculiari ed estreme. Quanto di vero c’è in queste promesse?”.

La presenza dei tre istituti consentirà di fornire risposte scientifiche e illustrare le ricerca più avanzate sul rapporto tra alimentazione e cancro. L’intervento di tre chef stellati (Giovanni Allegro, di Cascina Rosa, Franco Cadei dell’Acanto-Hotel Principe di Savoia e Pietro Leeman del ristorante Joia) farà il resto cercando di fornire strumenti per coniugare salute e gusto.