Dec 09, 2018 Last Updated 11:44 AM, Dec 7, 2018

Il farmacista connettore di salute: si chiude il 39° Congresso Nazionale SIFO

Visite: 20 times

 

Si chiudono a Napoli i lavori del 39° Congresso Nazionale della SIFO e il presidente del Congresso, Adriano Vercellone, esprime soddisfazione per l'andamento dell'evento: "Il primo bilancio dei lavori è assolutamente positivo. Abbiamo avuto numeri da record nella partecipazione, con oltre tremila presenze ed una qualità altissima nelle presenze importanti della politica e della governance regionale. Anche all'interno delle varie sezioni tutti i relatori individuati negli enti che in Italia si occupano di sanità hanno partecipato portando il livello delle discussioni ad un livello di indiscutibile qualità".
Ma il successo del Congresso non è ovviamente solo una questione di numeri: "I contenuti scientifici del Congresso sono stati d'assoluta eccellenza", ha proseguito Vercellone, "ed inoltre nelle 21 sessioni parallele e nelle 8 plenarie sono nate proposte, si sono create nuove alleanze con altre società scientifiche e confermato collaborazioni in atto con enti sanitari, sono stati presentati e lanciati nuovi progetti. Penso che la SIFO abbia raggiunto il suo obiettivo".
Commenti positivi ripresi anche dalla presidente SIFO, Simona Serao Creazzola, che in chiusura di evento ha indicato i macro-obiettivi centrali per l'attività della società nell'immediato futuro: "siamo convinti che questo sia un Congresso che rimarrà nel tempo, che darà grande impulso al lavoro futuro della nostra Società. Gli obiettivi che perseguiremo da qui in avanti saranno di promuovere una formazione specifica e non decontestualizzata, di lavorare sull'uniformità dell'assistenza farmaceutica, misurando le performance e restituendone i dati alle istituzioni per un innalzamento complessivo della qualità del SSN, di sviluppare il farmacista clinico in ospedale e sul territorio e di consolidare il ruolo del farmacisti ospedaliero come connettore di sistema nei PDTA e nei setting assistenziali".
L'ultimo commento, espresso da Vercellone, riguarda gli Under 35 della SIFO: "un dato è da registrare: quello di Napoli è stato il congresso dei giovani farmacisti. Loro sono stati il valore in più di questo nostro evento. Li abbiamo coinvolti fin dall'inizio, sia nella preparazione del programma scientifico, che nella conduzione di sessioni: è stata una partecipazione molto attiva e stimolante per tutti, anche per le istituzioni presenti. Abbiamo identificato con loro i temi importanti per l'avvicinamento alla professione come la discussione sulle scuole di specializzazione e il futuro della professione. Il cammino della SIFO ormai li coinvolge e li riguarda da vicino".