Jun 29, 2017 Last Updated 9:47 AM, Jun 22, 2017

Settantesima Assemblea mondiale Oms: l'etiope Ghebreyesus è il nuovo direttore generale

Visite: 81 times

Il 22 maggio si è aperta a Ginevra la settantesima Assemblea mondiale della sanità dell’Oms, che terminerà il 31 maggio; dieci giorni in cui l’organo decisionale dell’Oms, composto dalle delegazioni dei 194 Stati membri (circa 3500 delegati, tra cui una gran parte dei ministri della sanità mondiale) è chiamato a pianificare le politiche organizzative e approvare il budget del programma proposto. L’Assemblea si è aperta con l’ultimo discorso di Margaret Chan come direttore generale, in cui ha invitato i partecipanti a “ridurre le disuguaglianze” eleggendo l’equità a principio etico guida dell’Organizzazione. I paesi dovrebbero anche impegnarsi a migliorare la raccolta dei dati sanitari e rendere più responsabili le strategie sanitarie. Nel discorso di apertura ha trovato spazio anche la questione vaccini, il cui grande potenziale, secondo la Chan, “non è ancora pienamente realizzato”.

All’inizio della prima giornata, l’Assemblea sanitaria ha scelto come nuovo presidente Veronica Skvortsova, ministro della sanità della Federazione russa. Ieri si è invece tenuta l’elezione del nuovo direttore generale, che entrerà in carica per un periodo di cinque anni dal 1 luglio 2017. La scelta è ricaduta su Tedros Adhanom Ghebreyesus dell’Etiopia, che ha prevalso sugli altri due candidati: David Nabarro del Regno Unito e Sania Nishtar del Pakistan. "Sono davvero soddisfatta per l’elezione del candidato dell'Etiopia – ha dichiarato il nostro Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che guida la delegazione italiana a Ginevra – Una scelta segnata che rappresenta un grande segnale verso l'Africa ed evidenzia la volontà di risolvere i problemi sanitari della regione e anche l'attenzione globale in riferimento, per esempio, al grande tema delle migrazioni”.

Nei prossimi giorni i delegati approveranno il bilancio del programma dell’Organizzazione per il 2018-19 e discuteranno su una vasta gamma di problemi relativi alla salute. Prenderanno decisioni relative alla risposta dell’Oms alle emergenze sanitarie, ai regolamenti sanitari internazionali e alla preparazione per affrontare l’influenza pandemica. Si terranno importanti discussioni riguardanti la polio, la resistenza antimicrobica e l’accesso a medicinali e vaccini. Altri argomenti da trattare saranno: la salute dei rifugiati e dei migranti, la salute degli adolescenti e la gestione delle sostanze chimiche. L’Assemblea sulla salute esaminerà anche diversi temi relativi alle malattie croniche, inclusa la demenza e il cancro.

Elisa Scoccia