Dec 16, 2017 Last Updated 2:01 PM, Dec 15, 2017

“Sorgente di Birra”: la start up di Collesi tra le migliori d’Italia

Visite: 87 times

L’innovativo progetto “Sorgente di Birra” a firma Giuseppe Collesi, patron dell’omonimo microbirrificio artigianale di Apecchio, sarà tra le protagoniste della tappa pesarese dell’Open Summit 2017 promossa dal Comune di Pesaro e StartupItalia! martedì 26 settembre, dalle ore 19.30, a Casa Rossini, Pesaro.

La serata, su invito, coinvolgerà investitori, rappresentanti delle istituzioni e dell'industria e le 9 emergenti aziende marchigiane che hanno proposto nuovi progetti di sviluppo. Tra queste, immancabile, “Sorgente di Birra”, la startup di Apecchio che - prima in Italia - porterà nelle profumerie, farmacie, erboristerie e parafarmacie, una linea di cosmesi a base di birra artigianale. La stessa che ha appena conquistato il titolo di artigianale italiana più premiata nel mondo, dopo la medaglia d’oro del World Beer Awards 2017 e dopo le 3 recenti medaglie ottenute in Giappone a “The International Beer Cup 2017”.

Siamo onorati di essere stati scelti dai promotori di un’iniziativa - sottolinea Collesi - che premia il coraggio, lo spirito imprenditoriale, le scelte e le idee che rendono grande un territorio e che permettono, non dimentichiamo, anche la creazione di posti di lavoro. ‘Sorgente di Birra’, progetto su cui stiamo investendo energie e fiducia, è tutto questo: un progetto non replicabile, unico e che avrà molteplici risvolti positivi, in termini di benessere dei suoi consumatori e occupazionali”.

Nato dall’intuizione di Giuseppe Collesi “Sorgente di Birra” s’immetterà sul mercato con una prima serie di prodotti, comprendenti creme viso, creme corpo, tonici e solari tutti a base di mosto di birra, luppolo, cereali, lieviti e acqua del Monte Nerone. 

La linea prevede prodotti per lui e per lei, con un occhio di riguardo ai trattamenti anti-age. C’è una crema per over 30, una per over 40 e una per over 50, nonché idratanti specifici anche per gli uomini che non vogliono arrendersi alle prime rughe. Collesi ha sfruttato a pieno il suo catalogo per offrire la piena godibilità dei suoi cosmetici.

A dare una certificazione scientifica al progetto è la facoltà di Farmacia dell'Università di Camerino. Da qui provengono i ricercatori che per tre anni, durante la borsa di studio finanziata da Tenute Collesi, hanno provato e combinato le materie prime dell’azienda (scelta che assicurerà zero sprechi nella produzione) e gli effetti benefici in grado di produrre se combinate ad altri ingredienti. In totale saranno circa 70 i prodotti derivanti dal mix. Tra questi anche integratori alimentari in capsule, bustine e barrette e insaporitori a base di birra atomizzata, senza dimenticare la medicina complementare, che includerà anche uno sciroppo per la tosse con mosto di birra, miele e sambuco.

Ad aggiungere autorevolezza al progetto c’è la valida tradizione che, da secoli, attribuisce proprietà benefiche alla birra e ai suoi componenti: il luppolo è un potente antibatterico e antiossidante, i cereali sono ricchi di proteine e vitamine, i lieviti sono rimedi efficaci per le patologie della pelle e dei capelli e l’acqua (in questo caso, quella purissima del Monte Nerone) è fonte importante di sali minerali.

La produzione della linea di prodotti della start-up, che ha ottenuto il finanziamento dalla Regione Marche, è prevista per il 2018.

Insieme a Collesi, a Casa Rossini, quinta tappa del tour #SIOS17 - dopo Milano, Firenze, Roma e Genova promosso dal Comune di Pesaro e StartupItalia! (il magazine dedicato all’ecosistema startup italiano con più di 1.300.000 di visitatori mensili) - saranno presenti grandi nomi. Oltre ai founder delle 9 startup marchigiane convocate e ai rappresentanti delle istituzioni parteciperanno anche CEO di grandi brand che stanno scrivendo la storia dell’innovazione in Italia e nel mondo.

Obiettivo della serata sarà raccogliere indicazioni, suggerimenti e segnalazioni sul tema “internazionalizzazione” per costruire l’evento finale in programma il 18 dicembre al Palazzo del Ghiaccio di Milano al quale parteciperanno 1.500 player del mondo delle Start Up.