May 24, 2018 Last Updated 10:16 AM, May 23, 2018

XVIII Convegno Nazionale AIIC: ingegneria clinica con numeri da record

Visite: 34 times

Numeri record per il XVIII Convegno nazionale AIIC, concluso sabato a Roma, presso il Palazzo dei Congressi. Sono stati infatti 1724 i partecipanti all'evento dell'ingegneria clinica e biomedica italiana, che quest'anno ha registrato 206 relatori e docenti, 56 sessioni (tra plenarie, formative e parallele in 3 giorni di lavori) e la presenza di 98 aziende di settore.

L'evento, che ha celebrato i 25 anni della fondazione dell'associazione che dal 1993  rappresenta l'ingegneria clinica nel nostro Paese, ha anche “lanciato” con una sessione internazionale l'appuntamento con ROMA 2019, congresso mondiale di settore, che si terrà nell'ottobre del prossimo anno coinvolgendo nel nostro Paese tutte le migliori esperienze di tecnologie biomediche esistenti in Europa, America ed Asia.

Nel suo intervento di chiusura, il presidente AIIC, Lorenzo Leogrande, ha ringraziato le presenze istituzionali, in primis quella del ministro Beatrice Lorenzin premiata con la prima edizione del “Premio per il Buongoverno delle Tecnologie in Sanità”, probabile ultimo atto pubblico del ministro che in questi anni ha fortemente portato avanti il DDL che porta il suo nome e che contiene, all'articolo 10, la definizione normativa dell'ingegneria clinica come albo specialistico previsto all'interno dell'Ordine degli Ingegneri.

"E' stato il nostro convegno più frequentato, più vasto come numeri e tematiche e più approfondito in qualità dei dibattiti", ha detto Leogrande, "Ci attendiamo ora di proseguire nell'azione di sostegno all'innovazione intelligente in sanità, assicurando allo stesso tempo ai cittadini e pazienti il nostro contributo continuo nella vigilanza attenta della sicurezza delle tecnologie per la salute".