Rinnovato e profondamente potenziato il reparto di gastroenterologia e endoscopia digestiva della casa di cura Villa dei Pini.

Spazi completamente rinnovati conle novità di due sale endoscopiche e locali di preparazione e risveglio pazienti (per un totale di 250 metri quadrati) ma soprattutto una dotazione tecnologica all’avanguardiaper incrementare livello e qualità delle prestazioni, sicurezza e comfort per i pazienti. Un investimento da oltre 500 mila euro.

Il tutto è stato presentato alla presenza del Sindaco di Civitanova Marche, Fabrizio Ciarapica, di medici e professionisti sanitari del territorio.

“Siamo all’avanguardia – dice Alberto Damiani, responsabile del servizio di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva di Villa Pini che lo scorso anno ha seguito oltre 3.600 pazienti – gli strumenti in dotazione, gastroscopi e colonscopi, sono tutti di ultima generazione e consentono una qualità diagnostica di estrema precisione utile a intercettare precocemente situazioni patologiche potenzialmente critiche. Molto importante anche la dotazione di sale dedicate alla preparazione ed al risveglio da sedazioni leggere e profonde”.

“Infine – conclude Damiani – è in fase di avvio anche un’altra importante novità nella nostra offerta diagnostica: l’ecoendoscopia per la diagnostica pancreatica e delle lesioni sottomucose”.

“Con questo intervento  – dice Gianni Genga, Direttore sanitario della casa di cura – si va a valorizzare ulteriormente un servizio che ha una storia importante a Villa dei Pini e si va ad implementare la possibilità di presa in carico di chi ha problematiche gastroenterologiche, attraverso le possibili sinergie con la chirurgia generale, con l’istologia e l’anatomia patologica; servizio quest’ultimo che è anche in grado di assicurare tempi di refertazione brevi negli esami istologici, in un settore in cui le tempistiche sono un aspetto fondamentale per un’efficace diagnosi e cura”.

Taglio del nastro con Ciarapica, Benedetto, Damiani, Ferrini.

“Investire su prestazioni, tecnologie e personale è la linea di KOS – dichiara Laura Benedetto, amministratrice delegata Sanatrix Gestioni e direttrice generale della riabilitazione e psichiatria del Gruppo KOS – con l’obiettivo di accrescere sempre più la qualità assistenziale e dare un servizio al paziente a 360 gradi. Con queste finalità KOS sta investendo in Villa dei Pini, e le novità che riguardano la gastroenterologia ne sono un esempio. Ma lo sviluppo della casa di cura non si ferma qui: nei prossimi mesi avremo modo di presentare altre novità finalizzate a coprire un numero sempre crescente di bisogni assistenziali della popolazione, residente e non”.

Presente anche il dott. Luciano Ferrini che ha ripercorso le tappe principali del reparto, da lui avviato nel 2001 e poi guidato a lungo con successo.

“Villa Pini è una struttura socio-sanitaria importante di Civitanova – dice il Sindaco di Civitanova Marche, Fabrizio Ciarapica – e oggi con il rinnovamento e potenziamento del reparto di gastroenterologia e endoscopia digestiva lo è ancora di più. Un investimento che testimonia l’impegno del gruppo KOS di mettere in campo tutte le misure necessarie a fornire i servizi sanitari adeguati alle crescenti esigenze della popolazione”.

Cos’è l’endoscopia digestiva

L’endoscopia digestiva consente di diagnosticare e curare le principali patologie dell’apparato digerente. Esofago, stomaco, duodeno, colon e retto: sono questi gli organi dell’apparato digerente nei confronti dei quali l’endoscopia digestiva svolge la sua funzione di diagnosi e cura.

Una delle sale endoscopiche

Le patologie principali trattate sono la malattia da reflusso gastroesofageo, le ulcere, i diverticoli, le neoplasie (gastriche, dell’esofago, dell’intestino, del colon-retto) e le poliposi.

Il Gruppo KOS

KOS è un primario gruppo sanitario italiano che opera nell’assistenza socio-sanitaria, nella psichiatria, nella riabilitazione, nella diagnostica e nella medicina per acuti. Il Gruppo gestisce circa 170 strutture con oltre 13.000 posti letto e opera in Italia e in Germania con 13.300 dipendenti e collaboratori. KOS, in particolare, è presente in 11 regioni italiane dove gestisce 125 strutture: 60 residenze sanitarie assistenziali (RSA), 20 centri psichiatrici, 15 centri di riabilitazione, 28 centri ambulatoriali e 2 ospedali.

Shares
Abilita le notifiche OK No grazie