Il prodotto, distribuito comunemente nei negozi bio, quelli specializzati ma non solo, anche in molti supermercati che hanno lo scaffale riservato, è stato ritirato dal produttore e l’AIC, l’Associazione Italiana Celiachia, inizia dalla regione Puglia, con questo comunicato: “Vi informiamo che sono state attivate le procedure di richiamo dal mercato del prodotto “Bio Sfogliatine al Sesamo 200 g” per presenza nel sesamo di ossido di etilene oltre i limiti di legge. Il prodotto è presente nel Prontuario AIC degli Alimenti ed. 2020/2021 ed è presente nel Registro Nazionale degli Alimenti senza glutine. Invitiamo tutti i consumatori che dovessero aver acquistato il prodotto indicato a non consumarlo e a riconsegnarlo al punto vendita che provvederà al rimborso o alla sostituzione.”

Non solo: anche in Piemonte c’è lo stesso problema. Stavolta l’ennesima allerta alimentare riguarda quel prodotto ed è pubblicata sul sito ufficiale del Ministero della Salute; sono stati ritirati dal commercio diversi lotti delle Bio Sfogliatine al Sesamo di Fiorentini a causa di un rischio chimico. Sul sito ufficiale del dicastero la data di pubblicazione del richiamo è quella del 20 febbraio 2021, tuttavia sull’avviso di richiamo vero e proprio la data effettiva dei controlli è molto antecedente: si parla del 18 dicembre 2020. Come già accaduto nelle precedenti occasioni, l’allerta è legata al “superamento dei limiti comunitari di ossido di etilene”. Le sfogliatine al sesamo richiamate sono state prodotte da Birko Srl nello stabilimento di via Marco Biagi 6 a Trofarello. Continuano comunque gli accertamenti su altri prodotti e altri marchi che distribuiscono sfogliatine al sesamo.

Shares