ROMA – C’è molta attesa per il XVI Congresso nazionale dell’AIUC, l’Associazione Italiana Ulcere Cutanee sia perchè arriva in un momento delicato in cui si cerca di tornare alla normalità delle cure nei tempi e nei modi che la pandemia consente, sia per i temi affrontati in questo nuovo dibattito, di alto livello scientifico, che serve a programmare la sanità di domani e alla formazione dei professionisti dei vari settori della Medicina.

Già dal titolo si può vedere il grado di approfondimento che il Presidente AIUIC, Elia Ricci tiene ad evidenziare “La vulnologia di precisione: dall’empirismo alla personalizzazione”

Questo il commento dei presidenti del congresso, Andrea Frasca e Alessandro Greco: “Abbiamo immaginato un Congresso particolarmente innovativo e comprensivo del maggior numero di argomenti scientifici più attuali e affascinanti della vulnologia. E questo lo faremo attraverso approfondimenti monotematici che saranno il fil rouge del congresso, sessioni interattive, confronti e tavole rotonde. Abbiamo immaginato un Congresso di giovani idee e di giovani protagonisti, pur rispettando una formula che ha caratterizzato la nostra storia e ne ha determinato il successo. Vogliamo che i giovani, il vero futuro di questa società medico scientifica interdisciplinare e multiprofessionale, siano sempre una voce forte e chiara. Per questo motivo, abbiamo dedicato ampio spazio alle comunicazioni orali, che saranno parte integrante del programma, affinché tutti abbiano la possibilità di proporre nuove idee e la loro professionalità.
Abbiamo immaginato un Congresso aperto, anche internazionale con la presenza di eccellenze nell’ambito del wound care. Sarà un congresso dove tutta la comunità vulnologica si ritroverà e si riconfronterà per ribadire l’eccellenza del nostro operato, pur nelle continue difficoltà che affrontiamo quotidianamente”.

Il momento formativo e culturale, come sempre nel congresso nazionale, vede la presenza a Roma di moltissimi giovani professionisti che attraverso l’aggiornamento ed il confronto finalmente in presenza tornano a far ben sperare per il confronto attitudinale e multidisciplinare in sanità, proficuo di buone pratiche e risultati eccellenti.

L’appuntamento è dal 17 novembre al 20, a palazzo dei congressi di Roma.

Shares
Enable Notifications    OK No thanks