Un mazzo di carte da ramino in edizione limitata con i re che fanno la chemioterapia, le regine che indossano bandane colorate (come molte pazienti oncologiche), i fanti che rappresentano gli infermieri e i jolly nei panni di medici d’eccezione. È l’ultima creazione dei ragazzi del Progetto Giovani dell’Istituto Nazionale Tumori (Int) di Milano, proposta come idea regalo solidale per le prossime feste natalizie.

Ventidue ragazzi e ragazze tra i 16 e i 25 anni, metà ancora in cura e metà fuori terapia, sotto la guida di Alice Patriccioli, che collabora con lo staff del Progetto Giovani per gli aspetti “artistici”, hanno disegnato la grafica di questo speciale mazzo di carte personalizzato, che sarà disponibile da dicembre grazie alla collaborazione con Modiano.

“Sono carte ‘magiche’ – spiega Andrea Ferrari, ideatore e responsabile del progetto – perché raccontano della vita dei nostri adolescenti in ospedale. Sono carte che ci aiuteranno nei prossimi mesi a imparare trucchi e giochi di prestigio, ma anche a riconoscere la magia nella nostra vita di tutti i giorni, a coltivare lo stupore e la meraviglia, a imparare la leggerezza anche qui in reparto”.

I ragazzi che si sono improvvisati artisti definiscono l’esperienza “un importante momento di condivisione e cooperazione, oltre che di divertimento, un ottimo modo per esprimere la creatività di ognuno di noi disegnando, colorando, usufruendo della tecnologia e proponendo le varie modifiche da apportare”. Il risultato è “qualcosa di meraviglioso, che contiene almeno un pezzetto della personalità di ciascuno di noi”. Il mazzo di carte sarà acquistabile presso il temporary shop della Bottega del Fiore – aperto fino al 25 dicembre dal lunedì al sabato, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19, in corso XX Settembre 20 a Busto Arsizio (Va) – oppure online sul sito dell’Associazione Bianca Garavaglia, che finanzia progetti di ricerca e cura sui tumori infantili. Il ricavato della vendita di tutti i regali natalizi solidali disponibili alla Bottega del Fiore verrà devoluto per sostenere le attività dell’Associazione Bianca Garavaglia.

 

di Alice Preziosi

 

Shares
Abilita le notifiche    OK No grazie