Allarme sulle condizioni del 118 nelle Marche: su un organico che conta 180 medici, ne mancano all’appello una settantina. A sottolinearlo è l’assessore regionale alla Sanità Filippo Saltamartini, che cita gli esempi del 118 e del Pronto soccorso per far comprendere le difficoltà legate alle carenze di organico in sanità.

“Al Pronto soccorso di Senigallia ad esempio su 15 medici in organico ne abbiamo solo sei e i bandi che abbiamo pubblicato sono andati deserti – dice Saltamartini-. Per fortuna all’ultimo bando che si è chiuso il 7 marzo, che prevedeva di mettere a gara sei posti, hanno fatto domanda 13 studenti del corso di specializzazione al secondo anno e quindi adesso occorrerà delineare un Piano di impiego di questi ragazzi che sia coerente con la formazione. Stiamo mettendo una pezza con gli specializzandi, ma il tema è drammatico”.

Per fronteggiare questa carenza, è stata prevista una proroga fino al 27 marzo per presentare la domanda di partecipazione al Corso di formazione per i medici del 118: ci sono infatti ancora posti disponibili sui 100 complessivi messi a bando.

Il corso partirà il 15 aprile,  avrà una durata di almeno 4 mesi e prevede non meno di 300 ore da svolgere prevalentemente con esercitazioni e tirocini pratici, mentre la parte teorica si può svolgere in e-learning. Si tratta di un corso sul campo, e quindi altamente professionalizzante.

Sono ammessi i medici di continuità assistenziale a tempo indeterminato, gli aspiranti al convenzionamento, e i medici non ancora in possesso di formazione specifica in medicina generale, residenti nelle Marche.

La Regione ha stanziato a titolo di compartecipazione 100 mila euro. In costo del corso per ogni partecipante è quindi ridotto a 1500 euro che verranno comunque rimborsati a seguito del convenzionamento per l’attività di emergenza sanitaria territoriale.

Gli interessati possono consultare il link https://www.asur.marche.it/web/portal/-/ammissione-al-corso-di-formazione-per-il-conseguimento-dell-idoneita-allo-svolgimento-dell-attivita-di-emergenza-sanitaria-territoriale nel sito istituzionale dell’Asur.

Shares
Abilita le notifiche    OK No grazie