“Una modernizzazione netta della sanità pubblica che realizza una delle priorità fissate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)” così il Presidente del Molise, Donato Toma – che ha presieduto la Conferenza delle Regioni del 6 luglio – ha commentato il via libera delle Regioni (che sarà formalizzato nella odierna Conferenza Stato-Regioni) al Decreto sul “Fascicolo sanitario elettronico, sistemi di sorveglianza nel settore sanitario e governo della sanità digitale”.

Le risorse per il “Fascicolo sanitario elettronico” – riconducibili alla linea di attività dell’intervento di investimento M6C2 1.3.1 (b) “Adozione e utilizzo FSE da parte delle Regioni” (complessivamente più di 610 milioni di euro) – ammontano a quasi 299,6 milioni di euro per il potenziamento dell’infrastruttura digitale dei sistemi sanitari e 311,38 milioni per incrementare le competenze digitali dei professionisti del sistema sanitario. “Le risorse per l’incremento delle competenze digitali – ha spiegato Toma – dovrà avvenire sulla base della presentazione di un apposito piano operativo da parte delle Regioni. Abbiamo inoltre chiesto al Governo di definire criteri e modalità per omogeneizzare, a livello nazionale, l’erogazione dei contributi a favore degli erogatori privati”.

Fonte (Uff. Stampa Conferenza delle Regioni e delle Province autonome)

Shares
Abilita le notifiche    OK No grazie