Le malattie del sangue non sono spesso messe a confronto e dibattute nel mondo universitario/ospedaliero come altre patologie più comuni. Tanto che a torto alcuni considerano il linfoma una malattia rara e quasi incurabile, dimostrando che nell’opinione pubblica c’è ancora tanta disinformazione. Oggi per esempio, in Italia e nella fattispecie nelle Marche, ad Ancona anche il Linfoma Non Hodgkin si cura con l’introduzione delle terapie CAR T che da alcuni mesi funzionano ed attirano sempre più pazienti anche da fuori regione. 

Per tali motivi l’11 ottobre l’evento convegnistico che si svolgerà alla Domus Stella Maris di Ancona, dal titolo: “Linfomi e disordini linfoproliferativi ricaduti e refrattari: nuovi orizzonti e nuove speranze di terapia”, sarà occasione di confronto fra esperti, specialisti e luminari del settore medico, con un importante momento formativo. 

Il Responsabile Scientifico Dott. Guido Gini, dirigente medico Clinica di Ematologia Azienda Ospedaliero – Universitaria “Ospedali Riuniti”, Ancona ha organizzato una discussione davvero approfondita ed estesa, che va, attraverso i tanti interventi dei relatori indicati nel programma, dagli anticorpi monoclonali alle terapie trapiantologiche, dalle CAR T alle leucemie.

L’evento si svolgerà IN PRESENZA e conferirà 7 CREDITI ECM alle seguenti professioni:Medico Chirurgo (Ematologia, Anatomia Patologica, Anestesia e Rianimazione, Oncologia, Medicina Interna, Malattie Infettive, Medicina Legale)

E’ possibile iscriversi tramite la segreteria registration@congredior.it o fax (071/2075629).

Shares
Abilita le notifiche    OK No grazie